fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Notizie tematiche

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 16 novembre 2018 – La Sicilia offre tantissimi paesaggi spettacolari da poter ammirare e che permettono di toccare con mano la storia di questa regione meravigliosa.

 

Per questo Federica Miceli ha deciso di intraprendere questo avventuroso viaggio alla scoperta di alcune delle perle siciliane. Soprattutto si è concentrata nella parte meridionale, quella che per molti è nota come la culla della civiltà.

Tante testimonianze artistiche, patrimoni culturali e molto altro da scoprire in un viaggio letteralmente unico. Un'esperienza che qualsiasi turista potrebbe fare per capire cosa voglia dire effettivamente scoprire la Sicilia meridionale.

Il tour della Sicilia meridionale di Federica è partito da Ragusa, precisamente dall’aeroporto di Comiso. Proprio da qui ha avuto modo di spostarsi verso le varie località grazie ad un’auto a noleggio, in collaborazione con il sito www.tinoleggio.it.

 

Prima Tappa: Ragusa

La prima tappa di questo speciale viaggio nella Sicilia Meridionale non può che essere Ragusa.

La bellezza dei Monti Iblei rende l'atmosfera molto suggestiva. Senza dimenticare la distinzione particolare tra Ragusa Nuova e Ragusa Ibla, la divisione comunemente fatta della città. A collegarle vi è una scalinata storica.

 

Seconda Tappa: Modica

Federica, a pochi km da Ragusa, ha raggiunto Modica. Un autentico gioiello per la Sicilia e non solo: infatti è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Un posto letteralmente magico anche per via della sua lunga storia legata al cioccolato.

 

Esiste infatti una delle cioccolaterie più antiche del mondo dove gustare prodotti davvero unici.

Oltre a considerare le tante chiese storiche che si trovano a Modica e che vanno visitate.

 

Terza Tappa: Scicli

A 40 minuti da Comiso si trova questa cittadina barocca molto particolare e suggestiva: Scicli. Molto particolare soprattutto perché ci sono alcune attività tradizionali antiche. Basti pensare, ad esempio, ad una delle più antiche farmacie d'Italia.

Federica ha avuto la possibilità di scoprire lo splendore di un posto dove si respira un'aria diversa, immersa nella storia locale.

 

Quarta Tappa: Portopalo di Capo Passero

Si tratta del punto più a meridione dell'intera regione, escluse le isolette. Si caratterizza soprattutto per un clima gradevole in gran parte dell'anno: non bisogna sorprendersi nel vedere in inverno persone in spiaggia.

A pochi passi si trova la spettacolare Isola delle Correnti, un'isola molto bella che si può raggiungere direttamente a piedi godendo di una vista mozzafiato. Si possono vedere le onde del Mar Ionio che si incrociano con quelle del Mediterraneo.

 

Quinta Tappa: Ispica

Nella vicina provincia di Siracusa si trova questo posto ideale per chi ama il tramonto. Infatti qui si ha modo di vedere delle combinazioni cromatiche davvero spettacolari.

Oltre a dover considerare che Ispica è famosa soprattutto per gli amanti del relax, magari all'insegna del buon vino. D'altronde si tratta di uno dei posti migliore dove sorseggiare un bicchiere di vino del posto accompagnato da altri prodotti tipici.

 

Sesta Tappa: Siracusa

La granita di mandorla con la celebre brioche non può che essere la prima cosa da fare per chi vuole visitare Siracusa. Si può poi passare al Duomo di Siracusa che è un luogo particolarmente emozionante in quanto fu tempio di Atena, chiesa bizantina, moschea e ancora molto altro.

Fino ad arrivare a Piazza Archimede dove c'è la Fontana di Diana che da sempre è una grande attrazione. Inoltre è giusto considerare una tappa presso il laboratorio di Flavia Massara, l'unica donna siciliana che prepara la carta papiro.

Senza dimenticare gli arancini e le varie combinazioni di ingredienti che si possono assaporare in questa città spettacolare e dalle mille emozioni.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Spettacolo teatrale al Centro Studi Feliciano Rossitto di Ragusa

 

 

Ragusa, 15 novembre 2018 – Venerdì 23 novembre 2018, alle ore 21, presso il Centro Studi “Feliciano Rossitto” (Via Ettore Majorana, 5 – Ragusa), in occasione della “Giornata mondiale contro la violenza sulle donne”, si terrà uno spettacolo dal titolo “Stasera parlo Io”.

Ideazione e regia di Alessandro Sparacino e Angelo Abela. La direzione tecnica è curata da Laura Frasca e Mario Lo Bianco.

 

La recitazione è affidata agli attori: Annamaria Abbate, Cinzia Alfano, Maria Luisa Alfano, Daria Batolo, Federica Bisceglia, Giorgia Monica Bisceglia, Ornella Cappello, Ornella Fratantonio, Marisa Gigliotta, Giada Lasagna Liuzzo, Natalina Lotta, Giada Ruggeri, Helga Taormina, con l’amichevole partecipazione in video di Rita Abela

 

Prenotazione obbligatoria.

Info line: 0932.246583 - 338.2427701

 

Giuseppe Nativo

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 6 Ottobre 2018 – Fake News e salute, comunicare in sanità. È il tema dell’incontro organizzato dall’Ordine dei Medici di Ragusa e che si terrà il 27 ottobre 2018 presso la sede dell’ordine di Via Nicastro 50, a Ragusa.

Il convegno, voluto fortemente dalla Presidente Rosa Giaquinta, rappresenterà il culmine di una campagna di sensibilizzazione che l’ordine professionale porta avanti da diverso tempo al fine di fare chiarezza rispetto ad alcune news che molto spesso si fanno strada sui social e che tendono a fornire informazioni false sul campo della salute e della medicina. Si tratta di un fenomeno diffuso quale quello di notizie su temi di carattere medico con false soluzioni farmacologiche o interventistiche. Inoltre si valuteranno le informazioni tendenziose su temi di carattere vitale quali quello della prevenzione, vedi vaccini, genetica o malattie di forte impatto emotivo quali quelle oncologiche. Durante l’incontro si proporrà una analisi sociologica ed etica del fenomeno chiamando in causa e alla collaborazione i giornalisti come operatori sui mezzi di comunicazione.

Il Convegno, che vedrà la partecipazione di importanti relatori, è patrocinato anche dall’ordine dei giornalisti di Sicilia ed è valido ai fini dei crediti formativi sia per i giornalisti (consultare la piattaforma Sigef) che per i medici.

È possibile iscriversi entro il 22 di ottobre.

 

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.- +39.0932.254640

 

Allegati:
Scarica questo file (locandina-fn.pdf)Programma[ ]1733 kB

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry