Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Notizie tematiche

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 29 aprile 2017 – Sono cominciati venerdì 28 aprile, a Noto, gli Eventi Divulgativi del Progetto Iblee Religions and Cultures - IRC "Culti e Culture negli Iblei", la rete che si pone come obiettivo generale il posizionamento del territorio siciliano sul segmento del mercato turistico legato alla motivazione di viaggio religioso, frutto della collaborazione fra enti pubblici e privati del Val di Noto con capofila l’Associazione Culturale Cosmo Ibleo

Durante gli eventi saranno presentati a tutti gli operatori del settore turistico e culturale il progetto, gli itinerari, i tours e il nuovo e innovativo portale internet  www.cosmoibleo.com.

Dopo Noto, sarà la volta, martedì 2 maggio, di Scicli con l’incontro fissato alle ore 10.00 presso Palazzo Spadaro e, nello stesso pomeriggio, alle 16.00, di Modica nella Sala Spadaro di Palazzo San Domenico.

Di seguito, il calendario completo degli Eventi Divulgativi di Culti e Culture:

Martedì 2 maggio: ore 10 Palazzo Spadaro, Scicli;

Martedì 2 maggio: ore 16 Palazzo San Domenico, Modica;

Mercoledì 3 maggio: ore 10 Sala Polifunzionale dei Servizi Sociali, Ispica;

Giovedì 4 maggio: ore 10 Sala Pietro Palazzo, Comiso;

Venerdì 5 maggio: ore 10 Sala Consiglio Camera di Commercio, Ragusa.

Leggi tutto: Iblee Religions and Cultures - IRC "Culti e Culture negli Iblei"

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Bellezze culturali e paesaggistiche visitate da operatori turistici europei per conoscere i siti patrimonio UNESCO e bellissimi immobili ecclesiastici

 

Ragusa, 28 aprile 2017 – Gli undici tour operator italiani e stranieri, in visita dal 21 al 23/04/2017 negli Iblei, hanno espresso grande stupore e meraviglia per il patrimonio artistico-religioso-culturale del nostro territorio poiché hanno potuto toccare con mano un Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO unico in quanto concentrato in uno spazio relativamente ristretto. Ricordiamo che l’iniziativa “Culti e Culture negli Iblei” è stata ad opera della  rete IRC “Iblee Religions and Cultures”. 

La rete è stata  fondata da 10 partner, tra pubblici e privati del comparto turistico,  grazie ai fondi messi a disposizione dall’Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Siciliana e mira al potenziamento del turismo religioso ed alla destagionalizzazione turistica all’interno dei seguenti ambiti comunali: Ragusa, Modica, Scicli, Ispica, Comiso, Santa Croce Camerina e Noto. L'eccezionale qualità dell'arte e dell'architettura di tali cittadine inquadrano questa zona degli Iblei in una omogeneità geografica e cronologica particolare in relazione, soprattutto, alla pianificazione urbanistica, alle scelte architettoniche fatte nella ricostruzione dei palazzi laici, delle chiese e degli immobili ecclesiastici, nonché, agli eventi religiosi celebrati ed alle manifestazioni folcloristiche collegate, che denotano una particolare e sentita devozione al culto religioso delle popolazioni residenti.  L’itinerario proposto dai partners della rete IRC  ha riguardato le chiese  delle principali città tardo barocche della Sicilia Sud.orientale.

Chiese che furono fonte d’ispirazione per molti artisti e che presentano tratti peculiari che le rendono interessanti  ed uniche. Ma la visita dei tour operators stranieri ha riguardato non solo il barocco ma soprattutto un ampio sub strato di tradizioni locali in cui le influenze culturali delle varie dominazioni  e la fervida religiosità hanno dato vita a costruzioni che destano la meraviglia di tutti.  Questo primo educational tour è stato infatti centrato sulla scoperta di siti ricchi di arte, cultura, natura che affascinano il visitatore più smaliziato e che sembrano sempre "nuovo" ogni volta che vi si ritorna.  Uno dei vantaggi di questo territorio è che queste cittadine, quelle iblee,  distano solo pochi chilometri l'uno dall'altro, mentre Noto è raggiungibile in mezz'ora di auto. Uno dei più grandi e ben conservati Centri Barocchi del mondo non poteva che essere anche un tesoro di percorsi religiosi: Chiese, Santuari, Conventi Cristiani; reperti dei culti greci e siculi e anche l'unica Pagoda Buddista in Italia situata a Comiso in contrada Canicarao. 

Ma i partecipanti non si sono limitati ad apprezzare le  bellezze culturali e paesaggistiche, perchè hanno espresso grande entusiasmo anche nel settore dell'enogastronomia avendo avuto modo di apprezzare i prodotti tipici del territorio trasformati in pietanze deliziosi dai nostri ristoratori, i dolci famosi nel mondo della pasticceria Dipasquale e del caffè Sicilia di Ragusa, il cioccolato Modicano e il Cannolo di ricotta di Noto nonché i vini della cantina COS e il formaggio selezionato da Dipasquale. Emblematica la frase di un rappresentante di uno dei più importanti operatori turistici  italiani che ha riferito ai suoi colleghi del nord est che "ha visto (ma soprattutto mangiato) cose che voi umani non potete neanche immaginare"

Tutti i tour operator presenti hanno espresso meraviglia per le "meraviglie" visitate dichiarando con stupore che non pensavano di trovare "tanto" sia dal punto di vista artistico, culturale e paesaggistico sia dal punto di vista strutturale. Grazie al lavoro svolto in sinergia da tutti i partner e dai fornitori dei servizi, sono stati già creati itinerari e pacchetti turistici che enfatizzano le bellezze e la maestosità del patrimonio artistico e culturale del suddetto territorio.

 

Sono state visitate le seguenti chiese: 

a Ragusa la Cattedrale di San Giovanni Battista, la Chiesa di Santa Maria delle Scale e la Chiesa delle Anime Sante del Purgatorio,  il Duomo di San Giorgio e la Chiesa di San Giuseppe, sita in Piazza Pola, la Chiesa di San Giacomo Apostolo e la Chiesa di Sant'Agata. 

A Comiso oltre al sito della Pagoda della Pace, anche le seguenti chiese:  Chiesa dei Cappuccini, Chiesa di Santa Maria delle Stelle, Chiesa di Maria Santissima Annunziata e Chiesa di San Francesco d'Assisi all'Immacolata. 

A Santa Croce Camerina per la visita della Chiesa Madre di San Giovanni Battista. 

A Scicli: Chiesa madre di San Guglielmo, Chiesa di San Bartolomeo, Chiesa di San Giovanni Evangelista e Chiesa di Santa Maria la Nova. 

A Modica: San Pietro, Santa Maria in Betlem e San Giorgio. 

A  Ispica:  la Basilica di Santa Maria Maggiore e la Chiesa della Santissima Annunziata.  

A Noto, con tappa presso la Chiesa di San Francesco d'Assisi all'Immacolata, la Cattedrale di San Nicolò, la Chiesa di San Carlo Borromeo e la Chiesa di Montevergine.

 

Giovannella Galliano

Leggi tutto: Culti e culture negli Iblei: Siti religiosi e degustazioni eno-grastronomiche durante il tour

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ASP SIRACUSA/POLIZIA STRADALE 

Sabato 29 aprile 2017 ore 9

Sala conferenze Ospedale Umberto I - Siracusa

 

Ragusa, 27 aprile 2017 – Sabato 29 aprile 2017 alle ore 9, nella sala conferenze dell’ospedale Umberto I di Siracusa, il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta e il comandante della Polizia Stradale di Siracusa Antonio Capodicasa presenteranno alla stampa i risultati della campagna di educazione per la prevenzione degli incidenti stradali dedicata alle donne in gravidanza, ai genitori e ai parenti di neonati e bambini, spesso vittime a causa del mancato o inadeguato uso dei sistemi di sicurezza nelle autovetture.

All’incontro con la stampa parteciperanno, inoltre, il direttore sanitario e il direttore amministrativo Anselmo Madeddu e Giuseppe Di Bella, i direttori sanitari degli ospedali e dei Distretti, il responsabile dell’Unità operativa Materno Infantile Carmelo Marchese, il responsabile dell’Educazione alla Salute Alfonso Nicita e i direttori dei reparti di Ginecologia ed Ostetricia, Pediatria e Neonatologia dei presidi ospedalieri siracusani, nonché una rappresentanza di genitori di bambini formati dalla Polizia Stradale durante i corsi di preparazione al parto.

Alla stampa sarà presentato, inoltre, un educativo opuscolo a fumetti, in distribuzione sul territorio, che è stato realizzato dall’Unità operativa Educazione alla Salute con un linguaggio semplice ed immediato i cui fumetti sono stati realizzati da Michele Di Mari.

 

Il progetto, denominato B.I.R.B.A., è frutto di un protocollo d’intesa siglato tra l’Asp di Siracusa e la Polizia Stradale di Siracusa nell’ottobre del 2015.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 26 aprile 2017 – Giovedì 27 aprile, alle ore 09.30, al Palatenda di Ragusa, alla presenza delle Autorità e dei genitori degli studenti, avrà luogo la IV Edizione del progetto di educazione stradale “Faranno strada……di sicuro. Giovani Artisti per la Sicurezza Stradale”.

Il progetto  rivolto agli studenti delle scuole superiori della provincia di Ragusa,  attraverso l’arte nelle svariate forme, vuole sensibilizzare i giovani al rispetto delle regole del codice della strada, ricordando loro che ancora oggi, la principale causa di morte, per i giovani di età compresa tra i 15 ed i 30 anni, è l’incidente stradale

In provincia di Ragusa, nel corso dell’anno 2016, ci sono state 18 vittime, di cui 12 erano utenti deboli della strada (7 motociclisti, 3 pedonI, 2 ciclisti).

Quindi, lo scopo dell’iniziativa è quello di dare un segnale forte, di particolare attenzione al tema, mettendo insieme arte (musica, teatro, ballo, disegno), “allegria” ed il tema “serio” della sicurezza stradale,  facendo  diventare i giovani studenti i principali attori di una campagna volta ad aumentare la cultura della sicurezza stradale. 

Così è nato il progetto “Faranno strada……di sicuro. Giovani Artisti per la Sicurezza Stradale”, con il patrocinio del comune di Ragusa, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale e con la direzione artistica del Maestro Peppe Arezzo.  

La prosecuzione dell’iniziativa, nata 4 anni fa, è stata voluta fortemente dai ragazzi della Consulta Provinciale Studentesca di Ragusa che lo hanno portato come modello di legalità a Roma nel confronto annuale degli studenti delle consulte provinciali d’Italia. 

Nella manifestazione finale di giovedì 27 aprile, che si terrà al Palatenda di Ragusa i ragazzi rappresentanti delle scuole della provincia di Ragusa, si esibiranno di fronte a centinaia di studenti loro coetanei delle scuole: 

Liceo artistico “G. FERRARIS” diretto dalla Prof.ssa Giovanna Piccitto, Liceo Scientifico “E. FERMI” diretto dal Prof. Francesco Musarra, I.I.S.S, “UMBERTO I” diretto dalla Prof.ssa Nunzia Barone, I.T.C.A. “F. BESTA” diretto dalla Prof.ssa Antonella Rosa,  di RAGUSA; I.I.S.S. “Q. CATAUDELLA” diretto dal Prof. Vincenzo Giannone - di SCICLI; Liceo Scientifico “E. FERMI” diretto dal Prof. Giuseppe Garofalo, di VITTORIA; Liceo Artistico e I.P.I.A. “T. Campailla” diretto dal Prof Sergio Carrubba, di MODICA; I.I.S.S “G. LA PIRA” diretto dalla Prof.ssa Mara Aldrighetti, di POZZALLO; I.I.S “CARDUCCI”, diretto prof.ssa Maria Giovanna Lauretta, di COMISO. Sarà inoltre presente una rappresentanza di ragazzi extracomunitari, ospitati nel centro “Mediterranean hope” di SCICLI e di ragazzi dell’I.C. “F. Crispi” diretto dalla Prof.ssa Maria Grazia Carfì.

I giovani artisti saranno affiancati dai seguenti artisti e gruppi già affermati:

Peppe Arezzo e la sua Orchestra; Lorenzo Licitra; Massimo Leggio, Direttore artistico del Teatro comunale di Vittoria; Vincenzo Fontes, Alberto Fidone, Carlo Cattano, Peppe Tringali, Emanuela Curcio e la “Compagnia di ballo del MASD”, Michele Arezzo. Ed inoltre, per la sezione Fumetti, da Miriam Alderisi Presidente della Arcadia Comics and games. L’evento, condotto dalla giornalista Pinella Rendo di Video Regione, vedrà come testimonial d’eccezione Francesco CAFISO, sassofonista di fama internazionale, l’orchestra di Peppe Arezzo, i “DAYCUBE, le “DIAMONDS WM*, gruppi musicali iblei già molto apprezzati fra i giovani.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

3° CONVEGNO ARPADEMIA - “L’uso dell’Arpa in ambito sanitario e nella sfera del Benessere” - 21-22-23 Aprile 2017 Palazzo Messina-Carpinteri e Museo Tempo Canicattini Bagni - 24 Aprile 2017 concerto finale a Pantalica, patrimonio Unesco

 

Canicattini Bagni, 19 aprile 2017 – Saranno le sale del Palazzo Messina-Carpinteri in via XX Settembre 36 a Canicattini Bagni, ad ospitare il 21-22-23 Aprile 2017,  per la prima volta, il  3° Convegno di Arpademia, dove protagonista è l’Arpa, con la sua vibrazione energetica della coda, impiegata in ambito sanitario e nella sfera del benessere.

A promuovere l’appuntamento, con la direzione artistica dell’arpista e psicologa canicattinese Lucia Basile, sono l’Associazione Centro  Internazionale di Musica e Cultura, con l’Associazione Mozart2000 di Acqui Terme, e il patrocinio del Comune di Canicattini Bagni, del Comune di Sortino, dell’Archivio di Stato di Siracusa, e dell’Università popolare dell’Alto Monferrato.

Nel corso dei tre giorni canicattinesi verranno proposti workshop reali in strutture contattate già nei mesi precedenti, con l’impiego dell’arpa sia da parte dei docenti che degli iscritti al convegno.

Tra gli ospiti musicali due nomi di rilievo nel panorama artistico nazionale e internazionale: Eleonora Perolini e Katia Zunino.

 

«È con vero entusiasmo che abbiamo scelto la sede di Canicattini Bagni per ospitare questo evento – dichiara Lucia Basile, psicologa, esperta in Artiterapie ad orientamento Psicofisiologico integrato, musicista e direttore artistico del Convegno – che vedrà l’Arpa protagonista non solo come strumento musicale ma come vero e proprio strumento curativo impiegato in vari ambiti sia del benessere che in ambito sanitario. Non solo, ma siamo orgogliosi di avere iscritti che provengono da ogni parte di Italia e, soprattutto, quasi tutte musiciste che esercitano questa professione e che vogliono ampliare la propria formazione anche in direzione terapeutica». 

 

L’accesso al Convegno, per cui sono ancora aperte le iscrizioni (i riferimenti sono reperibili sul sito internet del Comune, www.comunedicanicattinibagni.it), è aperto ad operatori del sociale e della salute, quali medici, infermieri, ostetrici, educatori, insegnanti, oltre che a musicisti che vogliano ampliare i propri orizzonti artistici, od a semplici appassionati di buona musica.

Naturalmente durante il Convegno spazio anche ai concerti gratuiti: il primo si terrà Domenica 23 Aprile alle ore 18,30 al Museo Tempo di Canicattini Bagni in via XX Settembre 132 - via De Pretis 18; mentre Lunedì 24 Aprile concerto finale all’Eremo di Santa Sofia a Rassu a Sortino, nel cuore di Panatalica, patrimonio Unesco. 

In entrambi gli appuntamenti verranno presentati il libro di Eleonora Perolini “Le Corde del Cuore”, e il disco di Katia Zunino “Vie”.

Non solo passato e presente, visto che verranno coinvolte anche le corsiste in vari ambiti e luoghi nel programma dei tre giorni, che si preannuncia un evento particolarmente intenso e significativo che rappresenta il modo migliore per continuare nel percorso della Medicina Naturale.  

Durante le giornate del Convegno, inoltre, resterà aperta una mostra esposizione della storia dell’Arpa presso Palazzo Messina-Carpinteri a Canicattini Bagni. 

Altri articoli...

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry