Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Notizie tematiche
Typography

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Share/Save/Bookmark

Modica, 31 marzo 2017 – Anche per l’anno 2017 la Compagnia Carabinieri di Modica, sulla base delle numerose adesioni pervenute dagli istituti scolastici della città, ha avviato il progetto “Cultura della legalità”.

Il primo incontro, durato circa un’ora e mezza, si è tenuto presso l’Istituto “Santa Marta” di Modica alla presenza del dirigente scolastico, prof. Pietro Modica, dei professori e di numerosi alunni delle classi secondarie ed ha avuto quale relatore il Comandante della Compagnia Carabinieri di Modica,  Capitano Edoardo Cetola.

L’obiettivo principale degli incontri è quello di sviluppare, fin dai primi anni dell’adolescenza, una cultura della legalità, illustrando ai ragazzi tematiche di grande delicatezza ed attualità quali il bullismo ed il cyberbullismo, le conseguenze fisiche e giuridiche derivanti dall’uso di sostanze stupefacenti e dell’alcool, i pericoli derivanti dall’uso di internet e dei social network e l’importanza del rispetto delle norme che regolano la circolazione stradale.

Inoltre, agli studenti è stato mostrato un video istituzionale sull’organizzazione dell’Arma dei Carabinieri, sulle funzioni dei diversi Reparti che la compongono sia in territorio nazionale che in campo internazionale e, nello specifico, sul delicato ruolo di operatore sociale svolto nella quotidianità dal Carabiniere. 

La parte finale dell’incontro è stato dedicato alle domande degli studenti i quali hanno evidenziato vivo interesse, ponendo quesiti puntuali sulle tematiche trattate.

 Gli incontri con i Carabinieri, nell’ambito del progetto “Cultura della legalità”, proseguiranno nei prossimi mesi in diversi istituti scolastici dei comuni di Modica, Scicli, Pozzallo e Ispica.

© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry