fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ragusa, 17 settembre 2018 – L’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e l’Identità Siciliana aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio che si svolgeranno dal 22 al 23 settembre 2018.

Il Polo Regionale di Ragusa per i Siti Culturali e per i Parchi archeologici di Kamarina e Cava d’Ispica, diretto dal prof. Giovanni Di Stefano, propone alcuni interessanti eventi.

Sono previste,  giorno 22  settembre, aperture prolungate dalle ore 9 alle ore 22  dei Musei di Camarina e Ragusa ed anche del Parco di Cava d’Ispica e della Forza, e pure dell’area monumentale di Scicli, il Convento della Croce.

 

Questo il programma dettagliato degli eventi.

Sabato 22 settembre:

alle 10 Visita guidata al Museo di Camarina

alle 12 Visita guidata al Museo di Ragusa

alle 17:30 a Scicli, presso il Convento della Croce, presentazione del volume “Scicli. Storia, cultura e religione (secc. V-XVI)” di Salvo Micciché e Stefania Fornaro (Carocci editore), in collaborazione con Comune di Scicli e Il Giornale di Scicli.

 

Domenica 23 settembre:

alle 18 A Cava d’Ispica (Modica) concerto della Civica Filarmonica di Modica, diretta dal Maestro Di Pietro. Nell’occasione: riapertura dell’Auditorio di Cava d’Ispica, in collaborazione con il Comune di Modica.

 

«Continuiamo la promozione dei siti archeologici – ha detto il Direttore l’archeologo Giovanni Distefano – favorendo aperture straordinarie e manifestazioni di grande interesse. Questa nuova stagione dei Beni Culturali non si esaurisce con l’estate, anzi abbiamo già un fitto calendario di appuntamenti per la valorizzazione dell’archeologia della Provincia». 

 

Appuntamenti da non mancare.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry