Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Libri
Typography

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Share/Save/Bookmark

Modica, 24 marzo 2017 – Venerdì 7 aprile prossimo, alle 18,30, al Teatro Garibaldi di Modica (Corso Umberto I, 207) il Maestro Peppe Vessicchio presenterà, in prima assoluta per la Sicilia, il libro “La musica fa crescere i pomodori” pubblicato da Rizzoli.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Modica, Ignazio Abbate, parleranno del libro con il Maestro Vessicchio, Salvatore Lo Bue, docente di Poetica e Retorica nel Dipartimento di Scienze umanistiche dell’Università di Palermo, e Concetto Iozzia vice direttore del quotidiano d’informazione online NuovoSud.it, già responsabile della redazione ragusana del Giornale di Sicilia. L’attore e regista Giancarlo Zanetti leggerà alcuni passi del libro. La serata sarà arricchita da una performance degli allievi del locale liceo musicale dell’Istituto d’Istruzione superiore “Giovanni Verga”. Il Maestro incontrerà i giornalisti nel foyer del teatro, mezz’ora prima dell’inizio.

Peppe Vessicchio (Napoli, 1956), volto noto della televisione italiana, storico direttore d’orchestra del Festival di Sanremo dal 1990 al 2016, quattro volte vincitore come miglior arrangiatore e altrettante come direttore d’orchestra (l’ultima con “Chiamami ancora amore” di Roberto Vecchioni), nella sua lunga e prestigiosa carriera ha collaborato con artisti quali Gino Paoli, Elio e le Storie Tese, Zucchero, Andrea Bocelli, Avion Travel, Fiorella Mannoia, Ron, Piero Mazzocchetti, Eros Ramazzotti e molti altri.

Il libro “La musica fa crescere i pomodori”, nato dalle conversazioni con il giornalista Angelo Carotenuto, è un saggio pop autobiografico ricco, profondo e divertente, sul talento, sulla passione, sulla cura e sugli effetti straordinari dell’armonia nelle nostre vite. Dalla scoperta della musica ai primi concerti, dal cabaret nella Napoli degli anni Settanta all’acclamazione sul palco dell’Ariston, si snoda un viaggio attraverso la vita e la musica che approda alla necessità di comprendere il potere benefico dell’armonia. Se tutti gli organismi viventi reagiscono positivamente alla musica armonico-naturale; se le mucche del Wisconsin producono più latte ascoltando Mozart, perché allora – si è chiesto Vessicchio - non estendere l’esperimento anche alla terra e al vino? E così ha fatto, con esiti sorprendenti, come racconta nel suo libro.

L’evento è promosso e organizzato dalle aziende “Antica Dolceria Bonajuto”, “Azzarelli Confezioni” e “Toni Pellegrino art and science for hairdressing”, e gode del patrocinio del Comune di Modica e della Fondazione Teatro Garibaldi. L’ingresso è gratuito.

© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry