Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cronaca

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 27 aprile 2017 – Ieri notte i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Siracusa sono intervenuti in un’abitazione di via Cassia a seguito di una segnalazione da parte dei Vigili del Fuoco allertati perché a causa di un corto circuito era mancata la corrente elettrica nel palazzo interessato ed in parte del quartiere. 

Sii è accertato che il corto circuito era stato causato da un soggetto che stava cercando di riattivare furtivamente un contatore che era stato distaccato dalla rete elettrica, ma a causa di una forte scarica l’uomo si è ustionato in maniera piuttosto seria mani e viso tanto che è stato trasportato in codice rosso, prima all’ospedale Umberto I e, viste le gravi condizioni, al Cannizzaro di Catania. Sono in corso le indagini dei Carabinieri per ricostruire la dinamica dell’incidente. 

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 18 aprile 2017 – Si è conclusa nella giornata di ieri l’operazione Pasqua Sicura negli Iblei, finalizzata alla prevenzione generale dei reati e al controllo del territorio su ampia scala, condotta dagli Uomini dell’Ufficio Volanti della Questura di Ragusa. 

Dopo un’attenta fase di pianificazione sono state messe in campo 77 pattuglie e centinaia di poliziotti che in una settimana particolarmente delicata hanno assicurato festività serene ai cittadini e ai tanti turisti presenti in provincia.

I servizi di prevenzione hanno riguardato innanzitutto il contrasto ai reati di tipo predatorio con pattuglie dedicate ai controlli antirapina e antifurto agli istituti di credito, agli uffici postali e ai centri commerciali, particolarmente affollati in questi giorni per gli acquisti. Sotto controllo anche le zone residenziali e le contrade con servizi intensificati per la prevenzione dei furti nelle abitazioni.

Sono stati dispiegati su tutto il territorio del capoluogo 58 posti di controllo che hanno riguardato tutte le principali strade di accesso alla città di Ragusa al fine di intercettare eventuali malintenzionati provenienti da altre province limitrofe e dediti alla perpetrazione di furti e reati di tipo predatorio.

Una particolare attenzione è stata dedicata al controllo di tutti gli obiettivi sensibili assicurando la necessaria vigilanza durante le processioni religiose alle quali hanno partecipato migliaia di fedeli. 

Gli uomini dell’Ufficio Volanti hanno assicurato una costante presenza nei pressi della Basilica di San Giovanni e del Duomo di San Giorgio a Ragusa Ibla per la veglia pasquale e a tutte le chiese della città interessate dalle cerimonie religiose.

Nelle giornate festive di Pasqua e Pasquetta l’attività di prevenzione ha riguardato anche le principali zone a forte richiamo turistico della Provincia. Pattuglie in servizio straordinario hanno perlustrato le vie e le piazze di Marina di Ragusa e di Ragusa Ibla dove si sono riservati migliaia di cittadini e turisti.

Intensificata anche l’attività di controllo riguardante il rispetto delle prescrizioni restrittive della libertà personale nei confronti di soggetti sottoposti agli arresti domiciliari o a misure di prevenzione.

Centinaia i controlli su strada al fine di prevenire il reprimere i comportamenti di guida più pericolosi e l’inosservanza di norme del codice della strada.  

Imponenti i risultati di prevenzione generale raccolti con oltre 780 persone sottoposte a controllo di polizia e 400 mezzi di trasporto passati al setaccio. Nel capoluogo ibleo e a Marina di Ragusa sono disposti 52 posti di controllo finalizzati al filtraggio delle auto in arrivo in città con oltre 5000 targhe controllate dall’occhio elettronico in dotazione alle Volante della Polizia di Stato.

Tre soggetti sottoposti a restrizioni della libertà personale sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per evasione in quanto non presenti nel domicilio durante il controllo di polizia. Per loro anche la segnalazione al giudice competente per l’inasprimento della misura. 

I servizi di prevenzione e controllo del territorio saranno implementati anche nei prossimi giorni festivi.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Martedì, 18 aprile 2017 – Nell’ambito dei controlli intensificati in occasione delle festività pasquali, così come concordato tra le varie forze dell’ordine in sede di Comitato Provinciale per l’ordine e la Sicurezza pubblica, i Carabinieri della Compagnia di Noto hanno posto in essere anche mirate verifiche nel settore igienico sanitario. 

In particolare, i militari delle Stazioni territoriali, supportati dai Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Ragusa e dal personale veterinario dell’ASP di Siracusa, hanno proceduto a mirati controlli nei confronti di alcuni esercizi commerciali dediti alla vendita di carne e pesce al fine di verificare il rispetto delle norme igienico-sanitarie di settore e la regolarità delle previste autorizzazioni amministrative.

Delle varie attività commerciali sottoposte a controllo, in 2 sono state riscontrate irregolarità nella normativa di settore: i titolari sono, pertanto, stati segnalati all’autorità giudiziaria per il reato di macellazione clandestina.

Nello specifico, a seguito di ispezione presso l’azienda ovi-caprina di C. A., avolese classe 1975, i Carabinieri del Nas hanno rinvenuto 15 carcasse di agnello già macellate e pronte per essere immesse in commercio. Le stesse, prive del bollino CE, erano detenute in maniera non conforme alle norme di settore all’interno di una cella frigo priva delle necessarie autorizzazioni. La carne, dal peso complessivo di circa 160 kg, è stata distrutta.

Analogamente, a seguito di ispezione presso la macelleria con annesso laboratorio di proprietà di B. C., avolese classe 1972, il personale veterinario dell’ASP di Siracusa unitamente ai Carabinieri della Stazione di Avola hanno rinvenuto 4 carcasse di agnello prive di bollino CE nonché ulteriori 40 kg circa della medesima carne già suddivisa in porzioni. Tutta la carne era priva di documentazione che ne attestasse la provenienza: la stessa, pertanto, è stata distrutta.

Continueranno con assiduità le attività svolte dall’Arma dei Carabinieri unitamente al personale dei reparti speciali al fine di garantire il rispetto delle norme vigenti nello specifico settore a tutela della salute dei consumatori.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 18 aprile 2017 – In occasione delle festività pasquali, così come concordato tra le varie forze dell’ordine in sede di Comitato Provinciale per l’ordine e la Sicurezza pubblica presieduto dal Signor Prefetto Dott. Giuseppe Castaldo, la Compagnia Carabinieri di Siracusa ha intensificato i servizi finalizzati alla prevenzione dei reati posti, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio, al rispetto delle norme in materia di codice della strada nonché al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti ed alcoliche tra i più giovani. La tipologia dei servizi effettuati, che rientra in una strategia di ancor più imponente azione preventiva messa in atto dal Comando Provinciale e che verrà riproposta con ancora maggiore frequenza su tutto il territorio della Provincia secondo le linee guida impartite dal Comandante Provinciale Colonnello Luigi Grasso, esprime la volontà dell’Arma di offrire ancor maggiore sicurezza alla cittadinanza non solo nel delicato periodo delle festività, ma anche nei giorni successivi in cui riprenderanno le scuole e le attività lavorative.

I Carabinieri della Compagnia di Siracusa sono stati impegnati I numerosi servizi, distribuiti in tutto l’arco della giornata, hanno avuto lo scopo di garantire la sicurezza dei cittadini e dei numerosi turisti che hanno scelto la città di Siracusa e le località di mare per trascorre alcuni giorni di ferie approfittando delle festività pasquali appena trascorse. 

Sono stati presidiati i luoghi di culto e le zone di maggiore affluenza turistica, anche con la presenza della Stazione Mobile in piazza Duomo. Sono inoltre, stati eseguiti decine di controlli a persone, italiane e straniere, dai quali sono scaturite una raffica di segnalazioni alla Prefettura di Siracusa con ben 19 persone trovate in possesso di dosi di cocaina, hashish e marjuana. Sono stati sorpresi 4 automobilisti alla guida senza patente, 3 senza la copertura assicurativa, 4 alla guida mentre parlavano al telefono cellulare e 3 soggetti alla guida dello scooter senza indossare il casco. Altre 5 persone sono state sorprese alla guida senza cintura e, a seguito di controllo con etilometro due soggetti sono stati trovati positivi con sospensione della patente.

Sono stati svolti dei controlli antiabusivismo commerciale dai Carabinieri di Ortigia, unitamente a personale della Polizia Municipale nella zona di piazza Duomo, Fonte Aretusa ed il Tempio di Apollo. Nel medesimo contesto sono stati sanzionati numerosi venditori di origini senegalesi e del Bangladesh poiché titolari di sola licenza per vendita di prodotti alimentari, ma gli stessi avevano allestito delle bancarelle con occhiali, bigiotteria, accessori per cellulari, cinture ed altro. Gli operanti hanno proceduto al sequestro di numerosa merce contraffatta, molta abbandonata dagli ambulanti che alla vista dei militari si sono dati alla fuga abbandonando tutto e facendo perdere le proprie tracce. 

I Carabinieri di Priolo Gargallo sono intervenuti al centro commerciale *** dove i dipendenti di un negozio di abbigliamento sportivo avevano segnalato due minori di 16 anni, che muniti di tronchese avevano tolto il dispositivo antitaccheggio a numerosi capi di vestiario che aveva tentato di rubare, per un ammontare di 450 euro. I due minorenni, uno italiano e l’altro magrebino, sono stati quindi tratti in arresto e, dopo le incombenze di rito, sono stati condotti presso centro prima accoglienza Catania, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria per i minori. 

Sabato sera, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile sono intervenuti nei pressi di Fonte Aretusa dove pochi minuti prima si era consumata una rissa  che aveva visto coinvolti diversi ragazzi di età compresa tra i 20 e i 25 anni. I militari hanno subito prestato soccorso a due ragazzi coinvolti che presentavano delle ferite al volto ed hanno allertato subito i soccorsi. I due sono stati trasportati all’ospedale Umberto I ove veniva riscontrato per entrambi un trauma cranico con una prognosi di 10 giorni.

Nel corso dei servizi, i Carabinieri della Radiomobile a seguito di un normale controllo alla circolazione stradale hanno tratto in arresto, M.M., classe 1970, noto alle Forze dell’Ordine, poiché l’uomo non volendosi fermare all’alt tentando di scappare a bordo del proprio scooter, ha quasi investendo uno degli operanti, per poi spintonare ed insultare i due Carabinieri per tentare nuovamente la fuga. È stato accompagnato in caserma per le incombenze di rito e dichiarato in arresto per resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Vittoria, 3 aprile 2017 – Alle 22.46 di ieri sera la squadra operativa del distaccamento di Vittoria ed automezzi e personale della sede centrale sono intervenuti lungo lo stradale Alcerito al km 3+000 per l’incendio che ha interessato una struttura realizzata in profilati metallici copertura con telo e laterali in lamiera, utilizzata per il ricovero di imballaggi per prodotti agricoli.

L’incendio generalizzato rischiava di coinvolgere un’altra strutura similare vicina alla prima, l’intervento VV.F. ha evitato il propagarsi dell’incendio.

Sul posto personale della Polstato, l’intervento è stato ultimato alle ore 2.00 circa.

Altri articoli...

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry