Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Spettacolo

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ragusa, 1 febbraio 2018 – Venerdì 2 febbraio 2018, alle ore 10.00, nei locali del Centro Studi “Feliciano Rossitto”, si terrà una conferenza stampa per illustrare “Tango Una storia in breve” Raccontata ed interpretata alla fisarmonica da Gino Carbonaro.

 

Tangheri: Giacomo Lumia, Agnese Mascara, Tatiana Acquilino, Federico Gagliano.

Flauto: Iolanda Zuardi.

Scuola Salotto d’Arte Caltagirone.

Coreografia: ins. Francesca Auteri.

Scuola: Barrio de Tango - Catania.

 

La serata di intrattenimento si terrà venerdì, 9 febbraio 2018, alle ore 17.30 presso la sala del Centro Studi “F. Rossitto”.

 

L’iniziativa è resa possibile grazie alla sinergica cooperazione tra Centro Studi “F. Rossitto”, Centro Servizi Culturali, Associazione Culturale “Genius”, Moica, Associazione Italiana Maestri Cattolici

 

 

Il Tango è un universo, di cui si è detto tanto, ma di cui sembra resti sempre altro da dire. Nasce verso la fine dell’Ottocento in un preciso contesto geografico, ovvero lo spazio compreso fra le due città che fiancheggiano l’estuario del Rio de la Plata: Buenos Aires (capitale dell’Argentina) e Montevideo (capitale dell’Uruguay). E’ il frutto di una ibridazione tra diverse popolazioni. Nella sua creazione, infatti, sono implicati almeno tre continenti: l’America, dove questo ballo è nato e si è sviluppato; l’Europa, con i suoi emigranti che stabilitisi nella realtà platense hanno contribuito fortemente alla sua creazione; l’Africa, che a livello ritmico ha influenzato molto la sua nascita. 

Il tango è un genere musicale e un ballo, ma anche una poetica, un'interpretazione musicale, un modo di esprimersi e un linguaggio corporale col partner. Nel giro di pochi anni, diventa un evento di eccezionale importanza, subito esportato in tutte le parti del mondo. Si diffonde nelle sale da ballo americane ed europee a partire dai primi anni del Novecento, raggiungendo il suo apogeo negli anni ‘20. Il ritmo è binario ad andamento lento, ma esistono varianti come la milonga.

L’originalità del tema affrontato dal maestro Gino Carbonaro, con la sua inseparabile fisarmonica, sarà impreziosito dalla presenza di tangheri che si esibiranno con diversi balli (Tango e sue varianti). 

 

Giuseppe Nativo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Da venerdì 19 gennaio a mercoledì 24 gennaio 2018 "Ella e John" un film di Paolo Virzì con Donald Sutherland ed Helen Mirren.

Orari: 18:30 e 21:30 - (n.b. Dal 26 al 31 seconda settimana di proiezioni). 
 
Giovedì 18 gennaio 2018: rassegna “L’ORDINE DELLE COSE”, di Daniele Segre (Italia, Francia, Tunisia, 2017, 112’) - Orari: 18:30 e 21:30
Saranno gli operatori del team di MEDU Sicilia. MEDU, Medici per i Diritti Umani,  è l'organizzazione che ha patrocinato il film. 

Lunedì 22 gennaio evento speciale: "Cristiano Rolando" di Alessio Micieli - girato in provincia di Ragusa con attori e comparse ragusane. Orari: 20:20 e 22:30

Al cinema Lumière il primo film americano di Paolo Virzi. Questa la trama. The Leisure Seeker è il soprannome del vecchio camper con cui Ella e John Spencer (Helen Mirren e Donald Sutherland, diretti da Paolo Virzì, al suo primo film in lingua inglese) andavano in vacanza coi figli negli anni Settanta. Una mattina d'estate, per sfuggire ad un destino di cure mediche che li separerebbe per sempre, la coppia sorprende i figli ormai adulti e invadenti e sale a bordo di quel veicolo anacronistico per scaraventarsi avventurosamente giù per la Old Route 1
"Ella e John" sarà proiettato al Lumière, da giovedì 19 gennaio a mercoledì 24 gennaio alle 18:30 e alle 21:30. Giovedì 18  ritorna "Appuntamento al buio" con il decimo film in programma "L'ordine delle cose" di Daniele Segre. Saranno presenti alle proiezioni gli operatori del team di MEDU Sicilia . MEDU, Medici per i Diritti Umani è l'organizzazione che ha patrocinato il film. 

"Cristiano Rolando - la saga" film evento al cinema Lumière - Lunedì 22 gennaio

Orari 20:20 e 22:30
Dopo il doppio sold out della prima serata del 15 gennaio  ritorna al Lumiere Alessio Micieli con il suo ultimo film "Cristiano Rolando - la la saga a cinque anni di distanza dal fortunatissimo Rolando Di caprio." Il film, interamente girato in provincia di Ragusa, con attori e comparse ragusane è una commedia brillante riuscitissima e realizzata con pochi mezzi dal brillante comico ragusano. Prevendita attiva con acquisto biglietti su pianta. Per prenotazioni chiamare il 3492249680
 
SPECIALE GIORNATA DELLA MEMORIA - GLI INVISIBILI 
Siamo lieti di comunicare, già da ora, che in occasione della giornata della memoria il cinema Lumiere proporrà il 26 e 27 gennaio,  in orario pomeridiano, il film racconta L'incredibile e commovente storia Cioma, Hanni, Eugen e Ruth quattro giovani ebrei riusciti nell'impresa di diventare invisibili agli occhi delle autorità tedesche nella Berlino del 1943. Nella prossima email saranno comunicati gli orari del film. 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Da venerdì 24 a mercoledì 29 Novembre "Gli sdraiati" di Francesca Archibugi con Claudio Bisio

Orari: 18:30 e 21:30

Venerdì 24/11 unico spettacolo ore 21:30

 

Giovedì 23 Novembre - rassegna "Appuntamento al buio" - Un Re allo sbando  un film di genere commedia del 2016, diretto da Peter Brosens, Jessica Woodworth, con Peter Van den Begin e Lucie Debay.

Orari:  18,30 e 21,30.

 

Lunedì 27 Evento speciale

Proiezione del film "Food coop" - una nuova economia

Unico spettacolo ore 21:00

 

Ragusa, 22 Novembre 2017 – Arriva al cinema Lumière dal 24 al 28 Novembre il nuovo film di Francesca Archibugi (L'albero delle mele, Questione di cuore) "Gli sdraiati". Tratto dall'omonimo romanzo best seller di Michele Serra,

il film vede protagonista Claudio Bisio nei panni di un giornalista di successo e del suo rapporto col figlio Tito, un adolescente pigro che ama trascorrere le giornate con gli amici, il più possibile lontano dalle attenzioni del padre. Quando nella vita di Tito irrompe Alice, la nuova compagna di classe che gli fa scoprire l'amore e stravolge la routine con gli amici, finalmente anche il rapporto con il genitore sembra migliorare.

"Gli sdraiati" sarà proiettato tutti i giorni, lunedì 27 escluso, alle 18:30 e 21:30 , venerdì 24 unico spettacolo ore 21:30 (in allegato la locandina del film).

Giovedì 23/11 ritorna la rassegna "Appuntamento al buio" con il film "Un re allo sbando" di Peter Brosens  (orari: 18:30 e 21:30).

 

Lunedì 27/11 nuovo appuntamento con i film evento proposti dal cinema Lumiere. Dopo il successo di Loving Vincent sarà la volta di "Food coop -  una nuova economia"  documentario che racconta la storia e la creazione di un supermercato dove i soci lavorano 4 ore al mese senza essere retribuiti ma potendo acquistare ottimi prodotti a prezzi super convenienti.

La proiezione è frutto della collaborazione tra diverse realtà locali che hanno voluto e sostenuto questa iniziativa: Progetto Fi.Co. - Filiera Corta Siciliana, una rete volta a facilitare gli scambi di prodotti bio-equi sul territorio siciliano; i gas di Ragusa: Gas Colibrì, Gas Il Melograno, Gas Il Filo di Paglia; Gas Mazzarelli; GasAmuni; Bio Casa Mia - Ecobottega errante; FormaMente, Permacultura & Transizione, NAOS (Naturopatia Alimentazione Olismo Salute) e Fitzcarraldo Cineclub.

 

È previsto un unico spettacolo alle ore 21:00  con prevendita attiva al botteghino del Lumiere tutti i giorni dalle 18:00 alle 22:30. Prezzo dello spettacolo € 6,50 per tutti (in allegato una scheda del film).

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ragusa, 18 Ottobre 2017 – Al Lumiere in programmazione sabato 21, domenica 22, martedì 24 e mercoledì 25 Ottobre il film  "Dove non ho mai abitato" di Paolo Franchi, con Emmanuelle Devos e Fabrizio Gifuni.

 

Orari: 18:30 e 21:30. Giovedì 19 spazio rassegna Appuntamento al buio. Venerdì 20 e lunedì 23 Ottobre chiuso.

 

"Dove non ho mai abitato" segue i conflitti emotivi di Francesca (Emmanuelle Devos), 50 anni, unica figlia di un famoso architetto di Torino (Giulio Brogi), al quale fa visita solo in rare occasioni. Da molti anni infatti, Francesca vive a Parigi con la figlia adolescente e il marito Benoît (Hippolyte Girardot), un finanziere sulla sessantina, in apparenza riservato ma paterno e protettivo nei suoi riguardi. A causa di un infortunio domestico che costringe l'anziano padre a letto, la donna vola a Torino per fare le veci del genitore nel progetto di una villa su un lago per una giovane coppia. Sul lavoro incontra l'architetto Massimo (Fabrizio Gifuni), suo coetaneo concentrato sulla carriera e impegnato in una relazione aperta con l'indipendente Sandra (Isabella Briganti). Dopo un difficile primo approccio, tra Massimo e Francesca si instaura una forte sintonia professionale che sfocia in un sentimento profondo e passionale. Per la prima volta nella vita, entrambi dovranno confrontarsi veramente con se stessi e i loro più autentici destini...

 

Giovedì 19/10 ritorna l'appuntamento settimanale col cinema d'essai di "Appuntamento al buio". Il primo film in programma è "Easy  - un viaggio facile facile"  con Nicola Nocella, Libero De Rienzo, Barbara Bouchet. Orari: 18:30 e 21:30.

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Sette grandi spettacoli, una mostra multimediale, la messa in scena de “Il barbiere di Siviglia” con l’accademia teatro alla scala e il teatro per i piccoli. un’offerta culturale d’eccezione per la nuova stagione del Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla

 

Ragusa, 15 Ottobre 2017 – La messa in scena de “Il Barbiere di Siviglia” in collaborazione con l’Accademia Teatro alla Scala di Miliano, una mostra multimediale sulle amanti di tre grandi compositori italiani, la nuova stagione teatrale con attori nazionali, la stagione dedicata ai più piccoli, l’apertura della buca per l’orchestra e il ritorno dei concerti di Ibla Classica International. 

È una straordinaria offerta culturale quella che complessivamente per la stagione 2017-2018 propone il Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla. Ieri pomeriggio, all’interno della “Festa del Teatro”, la presentazione ufficiale a cura delle due direttrici artistiche Vicky e Costanza Di Quattro, con la piena collaborazione di Clorinda Arezzo, responsabile relazioni esterne del teatro. 

Si inizia il 28 ed il 29 ottobre con l’attrice Maria Amelia Monti in “La lavatrice del cuore” delicato e intenso tema delle adozioni visto in chiave ironica; l’11 e il 12 novembre sul palco una storia tutta siciliana “Maruzza Musumeci” con Pietro Montandon tratta da una novella di Camilleri. Il 16 ed il 17 dicembre metà della famosa Premiata Ditta, ovvero Roberto Ciufoli e Tiziana Foschi in scena con “Assolo di coppia”, ovvero il tema difficile del rapporto tra uomo e donna; il 13 ed il 14 gennaio 2018 ci sarà il grande Sebastiano Lo Monaco con “Io e Pirandello”; il 9 ed il 10 febbraio con il bravo Giovanni Guardiano in scena “I cento pazzi”, ovvero i personaggi del maxi processo visti in chiave teatrale; il 9 ed il 10 marzo grande ritorno al Donnafugata di Carlo Ferreri (presente in sala) insieme a Mita Medici, Annalisa Insardà e Valerio Da Silva con “Matrimoni ed altri effetti collaterali”, pièce firmata dalla regia di Manuel Giliberti (presente in sala) il cui tema vuole centrare l’evoluzione del matrimonio e la sua progressiva devastazione. Si continua con uno spettacolo musicale destinato a riscuotere grandi consensi con l’attore-cantante Mario Incudine e la regia del grande Moni Ovadia, entrambi ieri presenti in sala, con “Mimì, volere volare”. Spettacolo dedicato a Domenico Modugno e al suo repertorio poco esplorato. Sul palco Incudine sarà insieme ai suoi musicisti. 

Fuori stagione, proprio per la straordinarietà dell’evento, il 22, 23 e 24 novembre è in programma la messa in scena de “Il Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini, i cui dettagli sono stati illustrati da Vicky Di Quattro, dal direttore dell’Accademia Teatro alla Scala, Luisa Vinci e da Gianni Bocchieri, direttore dell’Assessorato Formazione-Lavoro della Regione Lombardia, ragusano, che ha messo in collegamento i due organismi e che si è particolarmente speso affinché si potesse raggiungere questo traguardo per la città di Ragusa. “Un’offerta – ha detto Vichy Diquattro - che si rivela sempre più trasversale e ricca, un’opportunità di crescita per tutta la città grazie anche al Comune di Ragusa che ci sostiene e ci sta vicino in maniera costante”. L’Accademia Teatro alla Scala si occupa della formazione dei giovani artisti. Una collaborazione di grandissimo prestigio che rappresenta un valore aggiunto all’offerta culturale che caratterizza da qualche anno il teatro ibleo e che dà un respiro interregionale a percorsi formativi finalizzati alla formazione considerato che tutto nasce dall’adesione dell’Accademia al bando “Lombardia Plus” della Regione lombarda. Ricchezza che sul palco si tradurrà anche nei costumi, in sinergia anche con il Massimo di Palermo e il Bellini di Catania. “Dai nostri giovani - ha detto Luisa Vinci - pretendiamo l’eccellenza e i nostri passano da una selezione accuratissima. Abbiamo confezionato un Barbiere di Siviglia pocket, in un solo atto, ma con un risultato invidiabile”. 

E a suggellare questo importante evento ci sarà anche una vera e propria chicca, presentata dall’altra direttrice artistica, Costanza Di Quattro: la mostra dedicata a Gioacchino Rossini, Vincenzo Bellini e Giuseppe Verdi, tre geni accomunati anche da travagliate esperienze sentimentali. La mostra, dal titolo “La calunnia è un venticello”, racconta le amanti dei tre grandi compositori italiani. “Ci piace immaginare – ha detto Costanza Di Quattro – che siano state loro la fonte d’ispirazione delle straordinarie opere di questi tre geni”. La particolarità di questa esposizione è data dalla sua multimedialità grazie alla realtà aumentata. Già durante la presentazione è stato possibile provare gli occhialini ArtGlass 3D con cui si riuscirà ad avere un “contatto fisico” con i tre grandi musicisti. A tal proposito il 19 novembre sarà il musicologo Paolo Isotta a tenere una conferenza su questi amori famosi e travagliatissimi. In esposizione ci sarà anche un foglio di una partitura musicale originale firmata da Vincenzo Bellini. 

A completamento dell’offerta culturale, torna dal 27 dicembre la seconda edizione della rassegna “Il Donnafugata dei piccoli”, con cinque spettacoli dedicati a bambini e ragazzi, presentati dagli attori Anita Indigeno e Fabio Guastella de “Le Officine Sonore”, così come dal 22 ottobre ritornano i concerti di “Ibla Classica International” promossi dall’associazione Agimus con la direzione artistica di Giovanni Cultrera. Alla presentazione sono intervenuti il sindaco Federico Piccitto e l’assessore comunale agli spettacoli Massimo Iannucci che nel complimentarsi con lo staff del Teatro, hanno sottolineato l’offerta culturale ampia e di qualità, motore che in città, insieme ad altre realtà teatrali, genera ricchezza sia dal punto di vista economico che soprattutto umano. 

 

Giovannella Galliano 

 

Leggi tutto: Al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla ‘Il barbiere di Siviglia’ e altri sei spettacoli

Altri articoli...

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry