Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Share/Save/Bookmark

Augusta, 26 giugno 2015 – Riaperta ieri  l'arena Gattabuia, spazio spettacoli all’aperto della casa di reclusione di Augusta.

Si è esibita  la Brucoli Swing Brothers Band diretta da Maria Grazia Morello. 

Presente fra il numerosissimo pubblico il neo sindaco Avvocato Cettina  Di Pietro , alla prima uscita ufficiale dopo l'insediamento avvenuto martedì  accompagnata dai  neo assessori Sirena (che nella casa di reclusione ha insegnato ed e' stata coordinatrice del CTP e Giovanniello. 

Nel saluto iniziale il direttore del carcere dottor Gelardi ha augurato buon lavoro al neo sindaco.e si   e' detto  certo che le iniziative sviluppate con l'amministrazione straordinaria, in particolare lo svolgimento di attività lavorative gratuite, riparatorie, avrà con la nuova giunta un seguito ed uno sviluppo.

L’invito è stato raccolto dall’avvocato Di Pietro che ha preso la parola al termine del concerto ed ha espresso apprezzamento per l’evento musicale.

Fra i brani più applauditi del concerto  Buon viaggio, Piazza grande , Siamo rimasti in tre (vecchio brano del musical Rinaldo in campo) per finire con il classico brano conclusivo, A città e pulicenella con il pubblico tutto in piedi.

Il 25 ed il 27 le repliche . Giorno 1 poi sara la volta della Petit musica band, gruppo strumentale composto da detenuti, creato pochi mesi fa, diretto da Pamela Patania, Francesca Ussia e dal maestro Passanisi . Il gruppo che si e' esibito per u detenuti nei giorni scorsi e' al debutto per il pubblico esterno. 

 

© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry