Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Share/Save/Bookmark

Ragusa, 27 ottobre 2016 – Grandissimo successo al Tùskecsarnok Arena Auditorium Theater di Budapest, per Toto Cutugno con il suo mega-show  "Un Italiano Vero",  con oltre 4.000 persone presenti al concerto.

Un spettacolo che ha visto anche la partecipazione del tenore sciclitano Giuseppe Ranzani, con l'Orchestra Sinfonica Nazionale Ungherese e la RAI che ha voluto seguire a Budapest, una delle tappe più belle dell'European Tour di uno dei Big Italiani più conosciuti, amati ed apprezzati, in quasi tutto il mondo.

Toto Cutugno non si esibiva in Ungheria da ben 8 anni ha proposto ben 3 ore di concerto, e il pubblico gli ha tributato alcune ”standing ovation" durante la serata con oltre 10 minuti di applausi a fine concerto.

Apprezzata anche la performance del Tenore Giuseppe Ranzani  (che ha proposto un tributo all'Opera e alla musica standard internazionale "Italiana”).

 

Nel video una sintesi del mega-concerto di Budapest con Toto Cutugno e il tenore Giuseppe Ranzani, che tengono alto il nome dell’Italia, venendo apprezzati, meritatamente, in tutto il mondo.

 

salvo micciché

© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry