fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La pioggia non ha fermato ieri sera a Scicli la 26ª edizione del “Memorial Peppe Greco”.

Alla fine è stato ancora un keniano a vincere la prestigiosa podistica dedicata a Peppe Greco, medico scomparso tragicamente in un incidente stradale: William Kibor, ha bloccato i cronometri a 30’09”5 e che si è aggiudicato pure il giro più veloce in 2’52”8 realizzato al 3° chilometro.

Al secondo posto si è piazzato l’italiano Andrea Lalli con il tempo di 30’20”0, mentre sull’ultimo gradino del podio è salito l’atleta del Ruanda, Silavin Rukundo con il tempo di 30’28”8.

Il primo degli atleti siciliani è stato il modicano, Giuseppe Gerratana, con il tempo di 30’44”9 classificatosi al 4° posto della classifica assoluta.

Con i cronometri, tabelloni grafici e master i tempi sono rilevati dai cronometristi dell’Asd “Hyblea” di Ragusa che dallo scorso anno sono tornati a gestire il centro classifica della podistica, considerata tra le più prestigiose nel panorama italiano ed internazionale.

 

NoveTV.com

(Foto: Salvatore Fidone)

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry