Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

11
Lun, Dic

Economia e Lavoro

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Gli Aromi presenta: “Pane&Timo. Cooking demo con il cuoco Andy Luotto” il 19 e 20 maggio

 

Scicli, 8 maggio 2017 – Pane raffermo, timo, erbe aromatiche e tanta simpatia. Sono gli ingredienti messi a disposizione dall’azienda Gli Aromi di Enrico Russino che propone per le giornate del 19 e 20 maggio, di mattina, un cooking demo con Andy Luotto, grande personaggio televisivo ed anche cuoco statunitense, da anni oramai naturalizzato italiano. 

Un evento nell’evento che apre il cartellone di iniziative che Enrico Russino ha già in programma per le settimane primaverili ed estive del 2017 da vivere all’interno de Gli Aromi, in contrada Santa Rosalia a Scicli, dove il contatto con la natura è quasi un bisogno primordiale, dove la bellezza della natura si coniuga con l’estrosità della proposta in termini di divertimento e con un pizzico di formazione. Ad iniziare sarà proprio lui, Andy Luotto: “Due giorni immersi nei profumi, tra lezioni e buongusto. Quando ci ricapiterà più un’occasione del genere? Io insegnerò a voi e voi a me in un cooking demo che ci farà divertire e ci aprirà gli occhi per circondarci di cose magnifiche e belle”.

Il filo conduttore della due giorni nasce dall’idea da sempre sostenuta da Andy Luotto nella sua cucina di recuperare le materie prime ed evitare gli sprechi alimentari. Partendo da questa idea di grande valenza etica, ci sarà al centro di queste due giornate il pane, un alimento comune, di cui alcune volte forse si sottovalutano le proprietà e che spesso non viene magnificato come si dovrebbe. Soprattutto se si parla di pane raffermo. 

“Con Andy Luottto – ha spiegato Enrico Russino – scopriremo come si può riciclare il pane di qualche giorno e che si considera uno scarto. Andremo a fondo nelle tradizioni e nei piatti della nostra cucina per conoscere utilizzi e modi di valorizzare questo alimento. Immancabile l’accostamento con gli aromi, a cominciare dal timo, una pianta aromatica meravigliosa che possiede anche tantissime qualità benefiche oltre ad un ricercato profumo. Fresco o soprattutto essiccato è un buon componente in cucina. Tutto ciò lo scopriremo insieme ad Andy Luotto e alla sua cucina di recupero. Con questa iniziativa, aperta a tutti coloro che vorranno ascoltare, divertirsi ed interagire con noi, si dà ufficialmente inizio ad una batteria di eventi che hanno l’obiettivo di valorizzare le erbe aromatiche attraverso degustazioni, momenti di relax e benessere e iniziative riservate ad approfondimenti e conoscenze, proprio per affermare la poliedricità delle erbe aromatiche”.

Per la serata del 20 maggio alle ore 20.30 è previsto anche un appuntamento a quattro mani, al ristorante Satra a Scicli. Le quattro mani che prepareranno la cena sono quelle di Andy Luotto e della chef Rita Russotto.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il prossimo 17 maggio, a Palazzo San Zosimo - Arcivescovado, in Piazza Duomo

 

Siracusa, 8 maggio 2017 – Il prossimo 17 maggio sarà Siracusa a ospitare la tappa del Roadshow “Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri”: le istituzioni e le organizzazioni imprenditoriali tornano a incontrare le aziende per riflettere e confrontarsi su temi, servizi e strumenti a sostegno dell'internazionalizzazione. Il Roadshow è promosso e sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico e organizzato da ICE-Agenzia in collaborazione con Confartigianato Imprese Siracusa, partner territoriale dell'iniziativa.

L’analisi del territorio regionale mette in luce più vocazioni, da quella rurale a quella industriale. 

Nel siracusano, in particolare, si annoverano alcune produzioni agroalimentari e vinicole di gran pregio che rappresentano una realtà in interessante espansione; sono inoltre consolidate la pesca e l’acquacoltura. Vi è, inoltre, uno dei poli petrolchimici più grandi d'Europa, da cui proviene la gran parte del totale nazionale dei prodotti petroliferi raffinati ed un distretto produttivo della meccanica costituito da centinaia di PMI che operano nel settore dell’impiantistica e dei servizi. Allargando anche alle altre province siciliane meritano attenzione le energie alternative, gli intermedi per costruzioni, l’elettronica (Etna Valley) e, nel terziario, la ricettività turistica che risulta fortemente in crescita.

Uno sguardo ai dati: il dettaglio commerciale Sicilia/Estero 2016 rileva un sensibile calo rispetto all’anno precedente. Tale risultato è da attribuire prevalentemente alla diminuzione delle attività relative al settore petrolifero, mentre il comparto agroalimentare, con risultati molto incoraggianti sulle esportazioni, è in netta controtendenza.

Tra i principali paesi partner spicca il ruolo molto forte della Francia, della Svizzera e del Giappone per il mondo agroalimentare, dell’Indonesia e degli altri produttori di petrolio nella petrolchimica, del sud est asiatico (Thailandia, Filippine) e dell’Africa (Sud Africa e Nigeria) nell’elettronica, della Spagna e del Mediterraneo in genere, (Algeria e Marocco), per il mondo delle costruzioni. 

Il Roadshow interviene dunque proprio per migliorare questo andamento, individuando quei mercati potenzialmente interessanti, che possono e devono essere raggiunti per offrire nuove possibilità di espansione alle produzioni ed ai servizi delle imprese siciliane e calabresi al di là dello Stretto. 

 

La registrazione dei partecipanti alla sessione seminariale e agli incontri individuali con le imprese è prevista dalle ore 8:30.

Dalle 09:15 alle 10:45 circa si entrerà quindi nel vivo dei lavori: l’introduzione sarà a cura di Daniele La Porta – Presidente Confartigianato Imprese Siracusa cui seguirà Giancarlo Garozzo - Sindaco di Siracusa, che porgerà i saluti di benvenuto della città. 

La panoramica sullo scenario internazionale sarà offerta da Claudio Colacurcio – Prometeia Specialist.

Nicola Lener – Capo Ufficio Internazionalizzazione delle Imprese del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale guiderà la moderazione dei contributi dei rappresentanti di ICE-SACE–SIMEST: Antonino Laspina - Direttore Ufficio di Coordinamento Marketing ICE-Agenzia, Fabrizio Ferrari – Responsabile Sicilia – SACE, Carlo De Simone – Area Manager Marketing e Business Development SIMEST.

Al termine vi sarà l’intervento di Vittorio La Placa - Co-Head Retail Business Sicilia di UNICREDIT.

 

Dalle 11:00 alle 17:00, gli imprenditori potranno avvalersi di incontri individuali con i rappresentanti delle organizzazioni pubbliche e private presenti, per approfondire le opportunità di internazionalizzazione ed elaborare una strategia di mercato personalizzata.

 

Questa tappa presenta, infatti, una formula più orientata all’operatività, in cui si è voluto lasciare ampio spazio agli incontri tra imprese ed esperti e consulenti, proprio nell’ottica di favorire una partecipazione attiva, concretamente finalizzata all’ampliamento sui mercati esteri.

 

Il Roadshow “Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri” è patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed è promosso e sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico. Oltre all'ICE-Agenzia, a SACE e a SIMEST, l’evento si avvale della collaborazione di Confindustria, Unioncamere e di Rete Imprese Italia. 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 5 maggio 2017 – “Non si può approvare una legge di riforma a colpi di fiducia in Parlamento”. Gli avvocati Daniele Scrofani ed Enrico Platania, rappresentanti di una categoria da una settimana in agitazione, contestano il nuovo disegno di legge che modifica radicalmente il sistema penale. Ma anche i magistrati inquirenti hanno fatto emergere le criticità di una legge che non soddisfa pienamente il mondo giudiziario. Sono alcuni degli aspetti rilevanti emersi nel corso del primo seminario nazionale sulla riforma del sistema penale svoltosi presso il Distretto universitario di Ragusa, organizzato dal magistrato di Cassazione Bruno Giordano per “Area democratica per la giustizia”.

Tra le novità di spicco contenute nella riforma che sarà discussa alla Camera il prossimo 22 maggio, la “giustizia riparativa”. Lo ha spiegato in maniera chiara Pier Giorgio Morosini, componente del Consiglio superiore della Magistratura. “Per i reati a querela di parte, se l’imputato risarcisce il danno, anche senza il placet della persona offesa, il giudice può dichiarare estinto il reato”.

Per il magistrato Bruno Giordano si tratta di “una vera e propria rivoluzione nella tutela delle vittime che potranno più facilmente trovare ristoro economico per il danno subito”.

Il procuratore aggiunto della Dda di Catania, Carmelo Petralia, teme che l’inasprimento della pena prevista sia un alibi per il legislatore. “Non inasprire la pena- ha detto- ma garantire la certezza della stessa. Spero che questo intervento normativo non renda la giustizia ancora più ingestibile”.

Molto critico anche il pubblico ministero Fabio Regolo, soprattutto perché questo disegno di legge non dà spazio alle “priorità nel contrasto alla corruzione, all’evasione fiscale, ai reati tributari che determinano il Pil del nostro paese. In questa riforma ci sono altre priorità: le rapine, reati contro il patrimonio, ecc. Un pubblico amministratore non deve avere paura delle indagini, perché esse sono a favore delle dell’imprenditore onesto”.

Per il procuratore aggiunto di Siracusa Fabio Scavone si è “persa un’occasione per mettere ordine in un codice ormai farraginoso. Non si può pretendere efficienza dalle Procure senza incrementare le risorse organiche e finanziarie”.

Sulla stessa lunghezza d’onde anche il sostituto procuratore di Ragusa Francesco Riccio. “Si richiede velocità alle Procure in cambio di riduzione delle risorse. Fra le positività, la possibilità della parte offesa di conoscere gli esiti delle denunce e delle fasi processuali”.

Nella seconda sessione si è discusso dell’Ufficio del Pubblico ministero. Ha presieduto i lavoro Donatella Salari, Magistrato Corte di Cassazione – Ufficio del Massimario), Ferdinando Asaro (Procuratore della Repubblica - Gela), Bernardo Petralia (Procuratore aggiunto della Repubblica - Palermo).

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

‘Ragazzi in erba’ un percorso tra conoscenza e profumi a Gli Aromi

Scicli, 18 aprile 2017 – Consapevolezza e conoscenza dell’entità, dell’utilizzo e delle varietà di piante aromatiche e officinali. È la quotidianità che da oltre vent’anni coltiva l’azienda Gli Aromi a Scicli che, negli ultimi cinque, ha puntato l’attenzione su una divulgazione quanto più variegata possibile, coinvolgendo anche gli alunni e gli studenti di istituti di ogni ordine e grado. A ideare questo percorso è stato il patron de Gli Aromi Enrico Russino, agronomo e conoscitore di tutte le piante che si coltivano in azienda, tra oltre duecento specie.

Aprire Gli Aromi al mondo scolastico è un’esigenza che è venuta proprio dal territorio per formare i giovani studenti ad una riconoscibilità ed un utilizzo più consapevole.

“Le piante aromatiche e le specie tipiche del nostro territorio – ha spiegato Enrico Russino – rappresentano parte del nostro substrato essendo stata la nostra cultura a vocazione prettamente agricola. Oggi abbiamo in atto una riscoperta di tutto ciò che riguarda le coltivazioni su campo e gli effetti benefici delle stesse. E abbiamo testato che questo mondo riscuote interesse tra i giovanissimi affascinanti da racconti e da aneddoti che sulle nostre piante da secoli sono tramandati sino a giungere a noi. Riconoscere le varietà e conoscerne gli effetti all’interno di un percorso sensoriale sono esperienze uniche, significa in modo concreto regalare la possibilità di entrare in contatto con la natura. Tutti e cinque i sensi saranno allertati e giocheremo insieme con odori e sapori”.

Per l’occasione sono state organizzate quattro diverse tipologie di visite, all’interno del progetto ‘Ragazzi in erba’, tenendo conto dell’età degli alunni, dunque un percorso per le scuole materne, uno per le elementari, ed ancora altri per scuole medie ed istituti superiori. Per ciascuno è previsto uno specifico laboratorio che mette il bambino o ragazzo a contatto con questo mondo e dia qualche informazione di botanica per meglio comprendere e sentirsi parte attiva del percorso.

“Ciò che ci preme – ha concluso Enrico Russino – è mettere piccoli e più grandi nelle condizioni di conoscere per poter scegliere in modo ragionato, comprendendo la valenza che ciascuna pianta ha e perché è importante saper discernere e capire, anche in vista di una dimensione più ecologica. Ci piacerebbe contribuire a formare in questi ragazzi una mentalità più legata all’ambiente, instillando in loro il piacere di vivere la natura riconoscendo le caratteristiche di piante aromatiche ed officinali che comunque sono giornalmente in ogni casa e cucina. Ci piacerebbe infine poter essere considerati un laboratorio all’aria aperta, lontano da alchimie e sofisticazioni, dove la natura fa il suo corso e noi ne siamo spettatori consapevoli e decisamente entusiasti”.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 15 marzo 2017 – In virtù della consolidata collaborazione già da tempo intrapresa tra la Procura della Repubblica, l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza, verrà sottoscritto, domani mattina 16 marzo c.m. alle ore 11.00, presso gli Uffici della locale Procura un “accordo di collaborazione” per il raccordo e la semplificazione delle reciproche attività riguardanti gli illeciti tributari di rilevanza penale e in tema di voluntary disclosure. 

L’intesa, che verrà siglata tra il Procuratore Capo della Repubblica, dott. Carmelo Petralia, il Direttore Regionale Sicilia dell’Agenzia delle Entrate, dott. Pasquale Stellacci e il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Ragusa, Col. Claudio Solombrino, ha lo scopo di semplificare i flussi di comunicazione tra le parti attraverso sistemi telematici delle notizie di reato aventi risvolti fiscali. 

Altri articoli...

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry