fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Sudest
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 29 ottobre 2015 – Il forte maltempo verificatosi nel corso del pomeriggio e della serata di ieri ha comportato per i Carabinieri del Comando Compagnia di Noto, in stretta sinergia con le altre componenti di Protezione Civile, una grande mole di lavoro tradottasi in decine interventi di soccorso ed assistenza ai cittadini che, numerosi, hanno contattato il numero di emergenza 112 in quanto sorpresi dal maltempo. 

Le consistenti precipitazioni, che hanno riguardato tutto il territorio della zona sud provincia di Siracusa, si sono concentrate principalmente nella zona tra Noto e Rosolini causando disagi alla circolazione stradale. Le pattuglie dell’arma hanno portato aiuto a decine di automobilisti rimasti in panne con le loro autovetture a causa dell’acqua alta, partecipato ad operazioni di sgombero di siti rimasti allagati (come scantinati, cantine e garage) e regolato in più zone la circolazione stradale con finalità preventive impedendo l’accesso a strade completamente allagate e, quindi, impraticabili ed estremamente pericolose. 

Le situazioni più critiche sono state registrate lungo la SS 115 Noto – Rosolini ove, in diversi punti, la sede stradale è stata per alcune ore completamente impraticabile per un vero e proprio fiume d’acqua che la attraversava diagonalmente.  Di particolare importanza è risultata la collaborazione con le amministrazioni locali nonché con il personale dei Vigili del Fuoco con cui c’è stato uno stretto e costante flusso informativo al fine di coordinare e rendere il più celere ed efficaci possibili i vari interventi sul territorio.

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry