fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Religione
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Da sabato al Museo della Cattedrale di Ragusa una mostra sull’iconografia dell’Addolorata nell’arte iblea. Saranno esposte 12 opere tra cui una tela restaurata di recente



Ragusa, 14 marzo 2019 – Si inaugura sabato 16 marzo, alle 18, la mostra “Mater Dolorosa - L’iconografia dell’Addolorata nell’arte iblea”, promossa dall’ufficio diocesano per i Beni Culturali, diretto da don Giuseppe Antoci, e curata da Stefano Vaccaro e Alessandra Rovetto.

L’esposizione, ospitata nelle sale del Museo della Cattedrale di Ragusa, si potrà visitare sino al 21 aprile. Saranno esposte dodici opere (undici tele e una statua) provenienti da Comiso, Giarratana, Chiaramonte Gulfi, Monterosso Almo e Ragusa. Tra le opere presentate anche la tela raffig      

«Questa mostra – fanno sapere dall’ufficio diocesano Beni culturali – è un viaggio storico-artistico, ma anche religioso ed emozionale, che interessa il momento più drammatico della vita di Cristo e di Maria sua madre. Saranno presentate una selezione di pregevoli opere d’arte, dal Sei all’Ottocento, provenienti da tutta la Diocesi di Ragusa. Ai visitatori saranno restituiti brani di grande commozione e intensità per uno dei culti devozionali più celebrati in Sicilia».


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry