Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Share/Save/Bookmark

Noto 30 luglio 2017 – Nelle ultime 48 ore sono stati intensificati i servizi di prossimità posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Noto e finalizzati alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio, al rispetto delle norme in materia di codice della strada nonché al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti ed alcoliche tra i più giovani. La tipologia dei servizi effettuati, che rientra in una strategia di ancor più imponente azione preventiva messa in atto dal Comando Provinciale e che verrà riproposta con ancora maggiore frequenza su tutto il territorio della Provincia secondo le linee guida impartite dal Comandante Provinciale Colonnello Luigi Grasso ed in ossequio alle determinazioni assunte di recente in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto Giuseppe Castaldo, esprime la volontà dell’Arma di offrire ancor maggiore sicurezza alla cittadinanza ed ai turisti presenti sul territorio nel periodo estivo.

Pertanto, nel corso delle giornate di venerdì e sabato sono state incrementate le pattuglie impiegate sul territorio, concentrando l’attenzione sul comune di Avola ove si è registrata una massiccia presenza turistica anche alla luce dei festeggiamenti in onore della Santa Patrona: i Carabinieri hanno effettuato servizi preventivi e di contrasto alle forme di illegalità nelle zone di emarginazione sociale, con pattuglie a piedi nelle zone di ritrovo e presso i principali stabilimenti balneari, ponendo in essere un incisivo controllo di pregiudicati, sorvegliati speciali e soggetti sottoposti a misure limitative della libertà personale, posti di controllo alla circolazione stradale lungo le principali arterie cittadine nonché una serie di perquisizioni finalizzate alla ricerca di armi, refurtiva e sostanze stupefacenti. Sono stati altresì effettuati servizi preventivi in materia di abusivismo commerciale, perlustrando le spiagge del litorale di Avola al fine di prevenire che il fenomeno si diffonda ulteriormente.

 

Il bilancio dei controlli si può riassumere in:

  • 1 arresto eseguito in aggravamento di misura cautelare.

Nel corso del primo pomeriggio di sabato, i Carabinieri della Stazione di Avola hanno tratto in arresto L.S., avolese classe 1997, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. Il giovane, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, era stato più volte notato dai Carabinieri al di fuori della propria abitazione ed in compagnia di soggetti pregiudicati, violando, pertanto, le prescrizioni impostegli dalla citata misura cautelare. Tali condotte sono state tempestivamente segnalate all’autorità giudiziaria che, concordando con le valutazioni dei militari, ha disposto l’aggravamento della misura sostituendola con la custodia cautelare in carcere. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

  • 6 contravvenzioni per infrazioni varie al Codice della strada di cui 2 ad altrettanti soggetti trovati alla guida della propria autovettura con patente mai conseguita e/o revocata per i quali, alla luce della recente modifica normativa di settore, è scattata una sanzione amministrativa pari a cinquemila euro ed il fermo amministrativo del mezzo; 2 persona sono state sanzionate poiché sorprese alla guida del proprio veicolo sprovvisto di copertura assicurativa obbligatoria: per loro è scattata la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 841 a euro 3.287 con relativo sequestro amministrativo del mezzo; 2 persone sono state colte alla guida dei propri motocicli/ciclomotori senza indossare il casco: per ciascuno di loro scatta una sanzione pecuniaria da 80 a 323 euro, il fermo amministrativo del mezzo per 60 giorni nonché la decurtazione di 5 punti dalla patente;
  • controlli con apparato etilometrico

Negativi tutti i controlli eseguiti con apparato etilometrico in dotazione all’aliquota radiomobile del N.O.R.M. al fine di prevenire il fenomeno della guida sotto l’influenza dell’alcool: tutti i conducenti sottoposti a verifica aveva valori inferiori al valore soglia previsto dalla legge. Dato importante, sintomatico della sempre maggiore consapevolezza degli utenti della strada nonché della bontà dell’azione di prevenzione portata avanti nello specifico settore dall’Arma dei Carabinieri che prevede, oltre ai controlli sulla strada, una serie di iniziative di sensibilizzazione mirate principalmente ai più giovani e portate avanti con conferenze negli istituti scolastici ed incontri periodici nei principali luoghi di aggregazione di massa.

  • 2 persone segnalate alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti in quanto trovate tutte in possesso di modiche quantità di marijuana destinata all’uso personale;
  • 108 persone controllate ed identificate;
  • 79 mezzi fermati e sottoposti a controllo;
  • 4 esercizi pubblici ispezionati;
  • 16 posti di controllo effettuati lungo le arterie stradali e nei pressi dei luoghi di maggiore aggregazione di massa; 
  • controllate 17 persone sottoposte ad obblighi di vario genere in tutto il territorio di competenza.

L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Noto rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di ordine e sicurezza pubblica avanzate dai cittadini. Pertanto continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati.

© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry