fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Modica, 2 dicembre 2015 – Ha minacciato di morte un’ausiliaria del traffico perché questa aveva invitato la moglie, a spostare l’auto in doppia fila ripetutamente. La polizia locale di Modica ha denunciato G.L., 46 anni, di Comiso, pregiudicato, per minaccia aggravata e porto abusivo di un coltello di genere vietato.

L’uomo, domenica scorsa durante il mercatino dell’antiquariato che si svolge in Viale Medaglie d’Oro, infastidito dal sollecito dell’operatrice di polizia locale  per spostare l’auto della moglie(titolare di una bancarella di antichità) che creava intralcio, aveva avvicinato quest’ultima profferendo alcune frasi minacciose.

A questo punto l’operatrice chiedeva l’ausilio dei colleghi che si portavano sul posto dopo pochi minuti ed individuavano il 46enne, già conosciuto alle forze dell’ordine, che, nel frattempo, udendo il suono delle sirene si era  allontanato. Raggiunto, questi si rifiutava di fornire le generalità e, addirittura, spintonava un ufficiale. 

Poi ha  estratto  il portafogli dalla tasca e lo ha consegnato alla moglie con un coltello a serramanico con lama di sette centimetri che cercava di porgere alla consorte vantandosi, contemporaneamente, di essere un noto pregiudicato, di essere stato dieci anni in carcere e che in qualunque modo l’avrebbe fatta pagare agli ufficiali. 

Trasferito presso il Comando di Polizia Locale di Piazza Principe di Napoli, l’interessato veniva identificato e deferito all’autorità giudiziaria. Il coltello è stato sequestrato quale atto probatorio.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry