Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Ragusa e dintorni

Notizie della zona iblea del Sudest: Ragusa, Scicli, Modica, Pozzallo, Vittoria, Santa Croce Camerina, Comiso, Giarratana, Monterosso Almo, Chiaramonte Gulfi, Ispica, Acate...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

A Ragusa esperti a confronto sul complesso tema del randagismo. Soluzioni tra Nord e Sud

 

Ragusa, 18 Ottobre 2017 – Il tema caldo del randagismo che più volte ha suscitato polemica in città ha sollecitato una conferenza, “Il randagismo da Sud a Nord”, per individuare interventi che alla luce di nuovi studi vanno ripensati. 

La conferenza svoltasi ieri al teatro Ideal di Ragusa ha rappresentato un angolo di riflessione diversa, battendo il tasto  su come  cambiare  prospettiva:dallo spostamento del problema alla gestione del territorio, ovvero anche come immaginare la nostra solidarietà verso i cani su un’unione realizzata in avversione ad un’oppressione.  A parlarne Michele Minunno, istruttore cinofilo ed esperto nella gestione sul territorio del randagismo che da anni osserva gruppi di cani liberi e ne studia le dinamiche  e Davide Majocchi, presidente dell’ associazione A.P.A.R, che gestisce 3 canili in Lombardia, attivista di resistenza animale.  

La conferenza è stata seguita dalla proiezione del docu film “NoPet”. Presenti gli organizzatori dell’associazione “Pensieri Bestiali” che gestisce il rifugio sanitario di Ragusa e il canile municipale di Vittoria, con  Luciana Licitra ed il presidente Michele Dagati.

Quest’ultimo ha "messo il dito sulla piaga": canili affollati affermando che su una capienza a Vittoria di 150 cani se ne ritrovano 190 e a Ragusa su 60 posti disponibili se ne accolgono attualmente 90. “Più ci muoviamo - ha detto Dagati - più cani catturiamo, più le amministrazioni pensano che questo problema si stia risolvendo. Ma non è così. I branchi che gironzolano nella città arrivano sempre.  Occorre un monitoraggio costante e creare una squadra in cui ognuno fa il proprio compito, cercando di reinventarci l’impossibile. L’obbiettivo di questa conferenza non è quello di voler portare a casa una risposta ma quanto meno una domanda.  Ed è stata un’occasione di incontro e dibattito su un tema, quello del randagismo, che è molto sentito sia a livello di amministrazione e associazione di volontariato che dei cittadini.  

Una questione che scaturisce dal numero elevato di randagi sul territorio, centinaia in zone periferiche ma anche in città. Molti gruppi sono conosciuti e monitorati da volontari, in parte sterilizzati ed immessi nuovamente nel territorio. Il fenomeno, però, se in parte controllato e seguìto, è altresì in aumento. “Proprio per questo- ha detto Luciana Licitra- c’è da pensare a soluzioni nuove poiché le messe in campo non sono state sufficienti fino adesso.” 

Davide Majocchi ha posto l’accento sul trasferimento dei cani dal sud ai canili del Nord. Uno dei modi con cui si cerca di fronteggiare il fenomeno ma che in effetti non sempre ottiene i risultati dovuti.   

Per Majocchi è bene rivedere il proprio modo di aiutare, i propri riferimenti e i propri sentimenti non facendo diventare i cani degli oggetti di salvataggio ma una comunità con la propria cultura ed un proprio linguaggio e con un proprio posto da difendere o da ricavare nel tempo. Michele Minunno, che da anni studia la vita dei cani liberi sul territorio, ha fatto emergere una nuova prospettiva basata sul  linguaggio del cane, elemento utile per vedere con occhi  nuovi i gruppi di cani. La comunicazione dei cani,infatti, rappresenta un mondo incredibile che  ci fa vedere una nuova realtà, sempre ignorata, che considera i gruppi di cani come individui, con  specifiche esigenze e caratteristiche, con bisogni e personalità. Minunno ha spiegato che adottare un cane e tenerlo isolato in casa o dagli altri suoi simili in libertà non è la stessa cosa di farlo vivere con i suoi simili. “I cani- ha detto Minunno- hanno un modo loro di comunicare e lo fanno solo se si trovano in libertà e con la loro famiglia. Studiare questo fenomeno e considerare i cani degli individui è un approccio fondamentale per chi lavora sul territorio e interviene nei canili”.  

Il video di Majocchi e il dibattito con il pubblico in sala ha creato un altro momento di confronto sul fenomeno randagismo.

 

Giovannella Galliano

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 21 settembre 2017 – Si è aperta il 7 settembre 2017 la nuova selezione di Bassi Comunicanti, l’incubatore culturale di Ragusa che aiuta i giovani a trasformare le loro idee in progetti o imprese culturali. Mentre i partecipanti al primo ciclo si avviano a concludere il loro percorso, inizia la fase di selezione per scegliere i prossimi giovani che avranno la possibilità di partecipare al secondo ciclo di incubazione.

Sarà possibile inviare la candidatura compilando la domanda online entro il 7 ottobre 2017.

 

Call per 25 giovani tra i 18 e i 35 anni

L’incubatore culturale è uno spazio collaborativo e offre gratuitamente percorsi di formazione e accompagnamento a giovani tra i 18 e i 35 anni. Il bando è rivolto a tutti i giovani, uomini e donne, residenti nelle Regioni Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia).

Per partecipare bisogna compilare la domanda online raccontando il proprio progetto o i motivi per cui si vuole seguire il percorso di incubazione.

 

Servizi di incubazioni per idee e progetti

I selezionati potranno partecipare al percorso di incubazione di Bassi Comunicanti. Le attività di incubazione avranno cadenza mensile con possibilità di sessioni di mentoring settimanale. Nel corso dei sei mesi di incubazione verranno anche proposti laboratori di produzione culturale, incontri con esperti, servizi di supporto alla creazione d’impresa ed eventi aperti.

 

Palazzo Cosentini un luogo di contaminazione

Le attività si terranno nei bassi di palazzo Cosentini, da poco riqualificati e pronti a diventare la casa delle idee dei partecipanti. Gli spazi di Bassi Comunicanti saranno anche un co-working nel quale tessere relazioni con soggetti che operano nel mondo della cultura e potenziali investitori.

 

Il primo ciclo di Bassi Comunicanti

I primi sei mesi di incubazione sono stati molto intensi e i giovani selezionati sono adesso nella fase finale di definizione dei loro progetti. Nel corso del programma di incubazione sono state strette collaborazioni con tante realtà culturali siciliane: da A tutto volume a Scenica, da FestiWall a Ragusa Foto Festival, da Condominio Fotografico a Igers Ragusa. Il progetto infatti ha inteso aprirsi al territorio e interagire il più possibile con le realtà culturali esistenti. Inoltre, in collaborazione con Officine Culturali è stato presentato il libro «La gentilezza e la rabbia», ed è stata svolta una visita a Favara a Farm Cultural Park, sotto la guida del fondatore Andrea Bartoli. Non è mancato il confronto con le aziende del territorio, con cui sono stati organizzati degli incontri dedicati, finalizzati a creare connessioni utili allo sviluppo delle idee dei partecipanti.

 

Bassi Comunicanti in poche righe

Il progetto è un’importante opportunità per Ragusa e il territorio circostante. Si parla spesso di cultura come leva per lo sviluppo, ma spesso mancano gli strumenti per supportare i giovani che vogliono costruire il proprio futuro in questo settore. Il progetto Bassi Comunicanti propone dei percorsi di accompagnamento per aiutare i giovani a trasformare le loro idee in progetti o imprese culturali, e facilita la creazione di reti di collaborazione aperte agli altri soggetti del territorio, in modo da contribuire a costruire un ecosistema favorevole allo sviluppo culturale.

 

Le attività sono coordinate dall’associazione di promozione sociale L’Argent, capofila del progetto, insieme agli altri partner: Lebowski a.p.s., The Hub Sicilia a.p.s. (Impact Hub Siracusa), Associazione Culturale Farm Cultural Park di Favara e Comune di Ragusa.

 

Bando e form di partecipazione

 

Per informazioni:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bassi Comunicanti su Facebook
Bassi Comunicanti su Instagram

Leggi tutto: Bassi Comunicanti, aperto il secondo bando di selezione

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Piccoli baby bay watch  in visita presso la Guardia Costiera Capitaneria di Porto di Pozzallo 

 

Pozzallo 4 agosto 2017 – Continua l'informazione e la formazione per i più grandi baby bay watch con la visita della Capitaneria di porto di Pozzallo. 

Li hanno accolti il Comandante della Capitaneria di porto di Pozzallo  C.F. Andrea Zanchì ed il suo personale.  

I piccoli baby bay watch hanno visitato le motovedette in particolare di salire sulla motovedetta cp325 SAR. Successivamente è stata la volta della visita della sala operativa dove il S.T.V. Alessio Manca ha spiegato cosa è  e quali sono i compiti degli operatori che sono in sala operativa. Entusiasti di apprendere queste bellissime informazioni  che per loro piccoli sono stati sempre posti irraggiungibili. Tante le domande poste dai baby bay watch. Poi in sala conferenze hanno avuto modo di conoscere ancora meglio l'istituzione con la proiezione di slide.

Al saluto del Comandante Zanchì i piccoli baby bay watch hanno risposto con un accorato Buon giorno Comandante. Elogi da parte del Comandante per questa fantastica iniziativa che non appena messa a conoscenza del comando è stata subito avallata proprio per far conoscere l'istituzione dai più piccoli ai più grandi. 

Il Direttore della Società Nazionale di Salvamento Sez Ispica Pozzallo, Fabio Biagio Fidone, ha sottolineato l’importanza del momento che è anche la conclusione di oltre un mese di attività svolta con i bambini in acqua con lezioni di ambientamento acquatico e poi dalla manifestazione “Papà ti salvo io” del 29 luglio. 

La Maestra Concetta della Ludoteca Peter Pan Pozzallo ha detto che basta veramente poco per far conoscere l'istituzione ai bambini...ma basta poco per renderli ancora più felici.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Regolamentazione del traffico veicolare a Marina di Ragusa  per la stagione estiva 2017

 

Il Comando della Polizia Municipale ha emanato il provvedimento che regolamenta il transito veicolare a Marina di Ragusa per la stagione estiva 2017.  

Si riportano di seguito  i principali provvedimenti viabilistici. 

 

1.    Divieto di transito sul Lungomare Andrea Doria (nel tratto compreso tra la via Sapri e la piazza Malta), in via Dandolo (nel tratto compreso tra la via Caucana e la via Vespucci) e sulla via Citelli (nel tratto compreso tra la via Salgari e il lungomare A.Doria):

 dal 10 luglio al 23 luglio

 dal lunedì al venerdì:                    dalle ore 19.00 alle ore 06.00;

nei giorni prefestivi e festivi:        dalle ore 12.00 alle ore 06.00.

 dal 24 luglio al 15 agosto

 prefestivi e festivi                         dalle ore 00.00 alle ore 24.00.

giorni feriali:                                  dalle ore 00.00 alle ore 14.00 e dalle ore 17.00 alle ore 00.00.

dal 16 agosto al 17 settembre

dal lunedì al venerdì:                    dalle ore 19.00 alle ore 06.00;

nei giorni prefestivi e festivi:        dalle ore 12.00 alle ore 06.00.

                                                    

2.    Divieto di sosta sul lato sinistro del Lungomare Andrea Doria (nel tratto compreso tra la via Sapri e la piazza Malta):

 dal 10 luglio al 23 luglio              tutti i giorni:               dalle ore 19.00 alle ore 06.00

dal 24 luglio al 15 agosto             tutti i giorni:               dalle ore 0.00 alle ore 24.00

dal 16 agosto al 17 settembre      tutti i giorni:               dalle ore 19.00 alle ore 06.00

 

3.    Divieto di transito e di sosta sulla parte finale di via Caboto nel tratto compreso tra la via Salgari e piazza Malta e in piazza Malta:

 dal 30 giugno al 31 agosto           tutti i giorni:               dalle ore 20.00 alle ore 06.00

 

 

4.  Divieto di transito sulla via Benedetto Brin nel  tratto compreso tra la via Vasco de Gama e la via Del Mare:

 dal 25 giugno al 23 luglio            nei giorni prefestivi e festivi: dalle ore  19.00 alle ore 06.00

 dal 24 luglio al 27 agosto             tutti i giorni:                           dalle ore  19.00 alle ore 06.00

 dal 28 agosto al 17 settembre      nei giorni prefestivi e festivi: dalle ore  19.00 alle ore 06.00

 

Sono esentati dal rispetto dei suddescritti divieti di transito:

a)    i residenti, i proprietari o i titolari di diritti reali di godimento o i conduttori di abitazioni ubicate nel tratto di strada interdetto alla circolazione, se per il raggiungimento di dette abitazioni è strettamente necessario transitare per quelle vie. Ai predetti verrà rilasciato apposito Pass. Il raggiungimento delle abitazioni in argomento deve, comunque, avvenire, secondo il tragitto più breve e meno rischioso per la sicurezza delle persone e della circolazione;

 

b)   i titolari di esercizi commerciali o di somministrazione  e gli operatori commerciali in genere che debbono raggiungere la sede dell’esercizio per il carico e scarico delle merci negli orari previsti; tali operazioni non debbono protrarsi oltre 30 minuti.

 

c)    i mezzi di soccorso e i veicoli di polizia, con le modalità e i limiti stabiliti dal codice della strada;

 

d)   i veicoli al servizio di persone con ridotta capacità motoria che espongano valido contrassegno;

 

e)    i taxi in servizio.

Sono esentati, altresì, dal rispetto del divieto di transito e di sosta sulla via B. Brin, nel tratto compreso dalla via Vasco de Gama alla via Augusta, i ciclomotori e i motocicli; i suddetti veicoli sono esentati dal rispetto del “senso unico” insistente sulla via B. Brin all’intersezione con via Augusta negli orari in cui il predetto tratto di strada è interdetto alla circolazione.

 

5.    Sosta consentita la sosta alle sole autovetture, tutto l’anno, all’interno e conformemente agli appositi stalli delineati dalla segnaletica orizzontale, sul lato destro di via B.Brin (tratto via Augusta – via Del Mare), salvo successivi provvedimenti.

 

6. Sarà riservata la sosta ai soli ciclomotori e motocicli negli stalli indicati nell’allegato “A” della presente ordinanza, di cui ne fa parte integrante e sostanziale;

 

 

7. Senso unico sulla via Delle Sirene nel tratto e con direzione di marcia consentita da via Caboto a via Delle Ondine dal 30 giugno al 17 settembre;

 

 

8. Sarà consentito il transito dei ciclomotori e motocicli, fino al raggiungimento degli stalli di sosta a loro riservati in via Del Tritone e via Tribastone, dalla via Salgari quando vige il divieto di transito sul lungomare A.Doria, nel periodo che va dal 10 luglio al 17 settembre;

Gli stessi veicoli dovranno ritornare secondo il senso unico vigente e cioè quello in direzione di marcia dal lungomare A.Doria a  via Salgari/Gomez ; 

 

9. Divieto di transito (escluso residenti, frontisti e autorizzati), dalle ore 20,00 alle ore 06,00 dell’indomani dal 24 luglio al 27 agosto sulla via Tunisi (nel tratto compreso tra la via Cagliari e la via Dandolo);

 

10. Di consentire il transito dei velocipedi all’interno dell’A.P.U. di Piazza Torre, via Icnusa, via Haerea, piazza Dogana e lungomare Mediterraneo, dalle ore 06.00 alle ore 20.00 di tutti i giorni del periodo compreso tra il 3 luglio e il 17 settembre, a parziale modifica di quanto disposto con ordinanza n.37/P del 24/07/2012;

 

Allegato “A”

La riserva della sosta per i soli ciclomotori e motocicli, sulle seguenti strade:

 

 Dal 30 giugno al 30 settembre 2016

 

a)      in via B.Brin, su ambo i lati del tratto via Vasco de Gama - via Augusta;

 

b)      sul lungomare A.Doria (lato mare) nel tratto interposto tra la corsia a scendere e quella a salire di piazza Malta (dal 30 giugno al 31 agosto è vietata la sosta dalle ore 20.00 alle ore 06.00 del giorno successivo);

 

c)      in via B. Brin, sul lato destro del tratto compreso tra l’antistante via De Amicis e la via Vasco de Gama (fino al posto riservato ai titolari di contrassegno per invalidi);

 

d)      in via B.Brin, sul lato destro del tratto compreso tra la via Vasco de Gama e la via De Amicis (davanti delegazione comunale);

 

e)      in via Del Tritone, sul lato destro del tratto lungomare A.Doria – via Salgari;

 

f)       in via Tribastone, sul lato destro del tratto lungomare A.Doria per 35 mt. a salire in direzione di via Salgari;

 

g)      sul lungomare A.Doria (lato mare) dall’ingresso del circolo velico per mt. 70, in direzione di via Portovenere;

 

h)      sul lungomare A.Doria sugli ultimi 20 mt. del tratto compreso tra via Delle Ondine e via Chioggia;

 

i)        in via Delle Sirene, sul lato destro del tratto compreso tra la via Caboto e il civico 2, in direzione via Delle Ondine;

 

j)       sullo largo Scalo Trapanese (lato adiacente al porto turistico);

 

k)      in via De Amicis, sul lato sinistro del tratto via Genova – via B.Brin;

 

l)        in via Pisa, sul lato destro fino al cancelletto e sulla parte sinistra del prospetto antistante al lungomare del tratto via Barletta – Lungomare Mediterraneo;

 

m)    in via Esperia, su ambo i lati del tratto via Barletta – Lungomare Mediterraneo;

 

n)      in via Del Quarnaro, sul lato destro del tratto via Barletta – Lungomare Mediterraneo;

 

o)      in piazza Malta sul retro del lato adiacente al monumento (dal 30 giugno al 31 agosto è vietata la sosta dalle ore 20.00 alle ore 06.00 del giorno successivo);

 

p)      in piazza Malta sul fronte e sulla destra (in direzione via Portovenere) dello spartitraffico posto tra le due corsie a scendere e a salire della stessa piazza (dal 30 giugno al 31 agosto è vietata la sosta dalle ore 20.00 alle ore 06.00 del giorno successivo);

 

q)      in via Caboto (entrambe le carreggiata finitime con lo spartitraffico alberato centrale) a scendere sul lato sinistro del tratto via Verne – via Salgari e a salire sul lato sinistro del tratto compreso tra la via Salgari e il civico 14, in direzione via Portovenere;

 

r)    in via G. Sortino, sul lato destro da d.f. al civico 64 a d.f. al civico 54 in direzione di via Spata;

 

s)    in via M.SS. di Portosalvo, sul lato destro e sinistro del tratto compreso tra la via Della Vittoria e la via Pozzallo;

 

 Dall’1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno, infine, sulla piazza M.S. Portosalvo (lato di fronte alla chiesa) tratto finale compreso tra la via Pozzallo e la via Del Mare.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Pubblicato un avviso riservato ai vincitori ed agli idonei del concorso per 10 agenti  di P.M. a suo tempo bandito dal Comune. Riguarda la manifestazione d' interesse  e disponibilità alla sottoscrizione di un contratto  di lavoro a tempo pieno e determinato, della durata di tre mesi  

 

Ragusa, 14 giugno 2017 – Sul sito istituzionale dell'Ente è stato inserito l'avviso pubblico  relativo alla selezione per il reclutamento, per esigenze esclusivamente temporanee, di n. 10 agenti dei polizia municipale per la stagione estiva 2017, riservato ai vincitori ed agli idonei del concorso a sui tempo bandito dal Comune ed inseriti nella graduatoria approvata nel 2004.

Le domande dovranno essere inoltrate entro e non oltre il 10 luglio prossimo secondo le modalità indicate nell'apposito avviso in cui, tra l'altro, i concorrenti vengono resi edotti che al termine della prevista procedura di selezione, l'immissione in servizio degli aventi titolo, sarà comunque subordinata alla ulteriore verifica della compatibilità finanziaria, del rispetto del vincolo del pareggio di bilancio, nonché di ogni altro limite o vincolo di natura finanziaria e contabile vigente al tempo della conclusione del procedimento. 

Altri articoli...

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry