Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Scicli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Share/Save/Bookmark

Scicli 22 luglio 2017 – È stato approvato ieri in giunta il programma delle manifestazioni estive di Scicli. Il calendario degli appuntamenti culturali e di intrattenimento registra il protagonismo delle associazioni della città. 

Si comincia da questo weekend, con lo street food in via Aleardi, quartiere pedonalizzato e finalmente valorizzato per come merita. Anche quest'anno le passeggiate barocche con il prof. Paolo Nifosì e Uccio Barone. Il 9 agosto, mercoledì, ore 19.00: visita di Palazzo Busacca e della chiesa del Carmine. Appuntamento in Piazza Busacca.

Il 16 agosto, mercoledì, ore 18.00: visita della chiesa di San Matteo. Appuntamento in Piazza Italia davanti alla chiesa Madre. Le passeggiate sono state volute dalla fondazione Confeserfidi. 

Il 6 agosto, a Villa Penna, concerto del catautore Dente. 

Il 16 agosto l'Infiorata a cavallo e la sfilata dei carretti siciliani lungo la cava di Santa Maria La Nova. 

 Il 18 agosto a Villa Penna, l'attore Enrico Lo Verso con “Uno, Nessuno, Centomila”. 

Il 19 agosto, nella cava di San Bartolomeo, la Taranta. 

Intorno al 22 agosto concerto di una special guest il cui nome sarà rivelato a breve. 

Sul piano squisitamente culturale molte le presentazioni di libri a cura delle librerie e del movimento culturale Vitaliano Brancati.

Il programma, approvato dalla giunta Giannone, su proposta dell'assessore Caterina Riccotti, nelle immagini allegate.

© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry