Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Religione

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 3 Ottobre 2017 – Il 7 ottobre alle 19  in Piazza Cappuccini, A Ragusa,  si terrà la manifestazione “Da cuore a cuore”  che unisce l’Arte contemporanea alla Spiritualità tramite video istallazione, teatro, danza. La consulenza teologico-spirituale è di Padre Giovanni Ciarcià. 

Super visione dell’intera manifestazione e autore del video ”alchimia cosmica” è Emanuele Leone, fotografo di grande fama che ama definirsi “un uomo che è riuscito ad uscire dallo spazio e dal tempo, e che è rientrato attraverso la porta del cuore con la consapevolezza che Tutto è Sacro, che Tutto è Uno. Tutto è Dio”.

Il progetto in questione è una mostra d'arte multidisciplinare e propone la costruzione di spazi per sperimentare l'esistenza attraverso i sentimenti e lo spirito.

La sinergia dei differenti linguaggi espressivi, poesia, audiovisivi, teatro-danza, curata dall’associazione Mila Plavsic,  crea un equilibrio multidisciplinare che partendo dall'interpretazione delle attitudini umane, traccia la distanza tra l'io reale e l'io illusorio per approdare nell'io spirituale e  si sviluppa con una modalità  multiforme  proponendo un percorso di inversione di marcia: invece di proiettarci all'esterno come siamo abituati a fare, ci proiettiamo verso i mondi interni, quei mondi interiori dai quali quasi tutti gli esseri umani sfuggono.

 

“Da cuore a cuore” cade in occasione della ricorrenza della nascita in cielo di san Francesco e si apre con un frammento cinematografico tratto dal film di Zeffirelli sulla vita del santo. Gli organizzatori , ed in prima fila l’associazione “Hereusium”, intendono sottolineare che la funzione di san Francesco è riportare la memoria del messaggio evangelico: umiltà, povertà, amore.  Ed è per questo che a riportarci al tempo contemporaneo assisteremo ad un pezzo recitato da Emanuele Leone di cui è autore. Un pezzo che spazia tra poesia, mitologia e spiritualità. Seguirà la videoproiezione " alchimia cosmica "  dove immagini di subatomica  suonano attraverso voci narranti cariche di emozioni e testi di profonda sincerità spirituale, alcuni sono vere e proprie liriche composte da Leone mentre altri sono frammenti attribuiti a san Giovanni della Croce.

 Seguono pezzi sulla creazione come se Dio fosse un pittore, a che oltre alla bellezza della natura, sottolineano anche la componente distruttiva della natura stessa. Passione e risurrezione si alternano  tra alba e tramonto e ancora alba e tramonto come un moto perpetuo nell'infinito nel percorso di imitazione di Cristo. Nel pezzo l'attesa di sè dove l'immagine di una candela accesa e il suono del battito cardiaco prenatale sono la scena di suggestive liriche espresse da una voce che proviene dall'altra parte del tempo.

 Chiude un frammento di suoni armoniosi che interagiscono con canti ereditati dalla santa Hildegard Von Bingen tra paesaggi di boschi e cascate, fiori che sbocciano tra la gioia di giovani e bimbi in versione danza teatro un vero omaggio a sorella acqua, fratello sole.

Emanuele Leone è erede del Dadaismo, il movimento rivoluzionario che diede origine all'Arte contemporanea, un vento che spostò l'asse dell'espressione artistica, dal significato al significante.

Il suo curriculum spazia  in vari campi dell’Arte e del Sapere. Lui è un “aspirante monaco eremita”  che ha sempre vissuto con coraggio e passione il viaggio della vita a bordo dell'Arte, con la dignità estrema di un guerriero Samurai: “mi sono lanciato nel vuoto – ha detto Emanuele Leone – e nell'apparente nulla delle tanti morti catartiche che spingono l'essere ad essere sempre con lo sguardo rivolto oltre e il cuore in verticale scoprendo che il vuoto cosmico è pieno... Aspirante monaco eremita, rimango laico ed è ancora l'arte  il mio monastero... rinunciando e sacrificando tutto con lo spirito oltre l'orizzonte infinito di molteplici emanazioni.”

 

Giovannella Galliano

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il vescovo di Ragusa, monsignor Carmelo Cuttitta ha comunicato il trasferimento dei seguenti Parroci:

Don Salvatore Converso parroco della Parrocchia S. Giovanni Battista a Vittoria

Padre Salvatore proviene da Vittoria ed è stato ordinato presbitero il 28 agosto 1977.

Dopo l'ordinazione ha svolto il servizio di Vicario cooperatore nella parrocchia "Sacro Cuore di Gesù" in Vittoria, della quale è stato successivamente, in tempi diversi, amministratore parrocchiale e parroco. E' stato anche rettore del Santuario "Madonna della Salute", sempre in Vittoria, è successivamente parroco nella corrispondente parrocchia. E' attualmente parroco della parrocchia "S. Francesco d'Assisi" in Ragusa.

Dal 1988 al 2000 è stato direttore spirituale del Seminario vescovile.

Sul versante accademico, già direttore dell'Istituto Superiore di Scienze Religiose "S. Giuseppe Maria Tomasi", che ha cessato la sua attività, è docente stabile dell'Istituto Teologico Ibleo "S. Giovanni Battista", del quale è attualmente il Prefetto degli studi; è anche Direttore della Scuola Teologica di Base, recentemente costituita nella diocesi.

È stato direttore del Centro diocesano vocazioni e assistente del gruppo MEIC di Vittoria.

È attualmente membro del Consiglio presbiterale, del Consiglio pastorale diocesano, della Commissione per gli ordini e i ministeri e responsabile per i diaconi permanenti della diocesi.

 

Don Nicola Iudica parroco della Parrocchia S. Francesco d’Assisi a Ragusa

Padre Nicola proviene da Catania, ed è stato ordinato presbitero il 06 aprile 2002 ed incardinato nella diocesi di Ragusa il 14 maggio 2008.

Ha svolto il servizio di Vicario parrocchiale nella parrocchia "S. Giuseppe Artigiano" in Ragusa e, nel 2010, è stato nominato parroco della Parrocchia "Immacolata Concezione della B.V.M." in Roccazzo. 

Dal 2012 al 2016 ha rivestito l'incarico di Vicario foraneo della zona pastorale di Chiaramonte.

Attualmente è anche assistente diocesano dell'UNITALSI.

 

 

Don Giovanni Piccione Amministratore Parrocchiale Parrocchia Immacolata Concezione a Roccazzo

Padre Giovanni proviene da Vittoria, ed è stato ordinato presbitero il 07 ottobre 2012.

Dopo avere svolto l'ufficio di vicario parrocchiale nella parrocchia "S. Antonio di Padova" in Comiso è attualmente vicario parrocchiale nella parrocchia "Maria SS. Annunziata e S. Giuseppe" in Giarratana.

 

Don Vittorio Pirillo Vicario parrocchiale della Parrocchia Resurrezione a Vittoria

Padre Vittorio proviene da Vittoria, ed è stato ordinato presbitero il 15 agosto 1966.

Dopo l'ordinazione ha svolto il servizio di Vicario cooperatore nella parrocchia "Sacro Cuore di Gesù" in Vittoria; vicario economo dal maggio del 1972 nella parrocchia "S. Maria Goretti, nella stessa città e, ne è diventato parroco nel 1973. Nel 2003 è stato trasferito all'ufficio di parroco della parrocchia "S. Giovanni Battista", sempre in Vittoria.

E' stato membro del Consiglio presbiterale e del Consiglio pastorale diocesano, nonché assistente diocesano del Movimento apostolico Ciechi e dei Cursillos di Cristianità, oltreché presidente della Fondazione "Lina Secolo Nicosia".

 

***

Ai Sacerdoti va il nostro augurio più fervido per il nuovo servizio che si apprestano a svolgere nelle nuove Comunità parrocchiali. 

In particolare, personalmente esprimo la mia gratitudine e quella di mia moglie e la mia famiglia a Don Salvatore Converso per il bene, l’amore, la dottrina che ha saputo esprimere in tanti anni per tutti noi dei “Cappuccini” di Ragusa. Un vero amico. (benvenuto P. Iudica!)

 

Salvo Micciché

Leggi tutto: Movimenti di parroci: Don Salvatore Converso lascia i "Cappuccini" di Ragusa per Vittoria

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Noto, 9 giugno 2017 – Martedì 13 giugno alle ore 10.00 verranno inaugurati i nuovi locali della Biblioteca Diocesana del Seminario Vescovile di Noto in ronco A. Volta (ala nord del Seminario Vescovile). 

La cerimonia si svolgerà nella Sala polifunzionale della Biblioteca Diocesana col seguente programma: 

SALUTI 

Don Luigi Vizzini, Rettore del Seminario Vescovile di Noto
Prof. Corrado Perricone, Direttore Biblioteca Diocesana
Dott. Corrado Bonfanti, Sindaco di Noto
Prof.ssa Rosalba Panvini, Soprintendente BB.CC.AA. di Siracusa – Università di Catania 

Dott. Concetto Veneziano, Dirigente I.I.S. “Matteo Raeli” di Noto 

INTERVENTI 

Dott. Salvatore Maiore, Direttore Ufficio Diocesano per i BB.CC.EE. 

La biblioteca diocesana: dalla riorganizzazione alla fruizione 

S.E. Mons. Antonio Staglianò, Vescovo di Noto 

Libri e cultura: spazio e tempi preziosi per la maturità della fede cristiana 

MODERA 

Don Ignazio Petriglieri, Vicario Episcopale per la cultura 

Seguirà la visita dei locali della biblioteca e della “Mostra del libro antico”, allestita in collaborazione con la Soprintendenza BB.CC.AA. di Siracusa e con gli studenti della classe III A del Liceo Classico di Noto, a conclusione del primo anno del progetto di Alternanza scuola-lavoro. 

Saranno esposti volumi del “Fondo antico” della Biblioteca Diocesana (secc. XV- XIX) divisi nelle seguenti sezioni: restauro, santi della diocesi (san Corrado e san Guglielmo), dottori della Chiesa, libri liturgici, bibbie, enciclopedie e dizionari, testi scientifici. 

L’evento è organizzato dalla Diocesi di Noto (Ufficio diocesano per i BB.CC.EE.) e dal Seminario Vescovile di Noto, in collaborazione con Comune di Noto, Soprintendenza BB.CC.AA. di Siracusa, I.I.S. “Matteo Raeli” di Noto e Cooperativa Etica Oqdany. 

Link Biblioteca Diocesana: http://www.diocesinoto.it/diocesi_di_noto/rubriche/00022283_Biblioteca_diocesan a.html 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 24 maggio 2017 – Secondo appuntamento annuale con i Cammini Sacri a Scicli organizzati dall’Associazione Culturale “Tanit Scicli” in collaborazione con Vie Sacre Sicilia.

Sabato 27 maggio sarà, infatti, l’occasione di seguire per la prima volta “Le Orme di Maria a Scicli”, il percorso mariano pensato e realizzato da Tanit che andrà alla scoperta della profonda venerazione per la Madonna nella cittadina iblea, dove la Vergine è venerata e pregata in tutte le manifestazioni del ciclo mariano. 

L’itinerario, proposto in occasione della festività della Madonna delle Milizie, attraverso la visita a edifici di culto, simulacri e dipinti metterà in luce lo stretto legame fra Scicli e la Vergine, sua Patrona Civitatis, e toccherà luoghi meno frequentati dai viaggiatori come le chiese della Madonna del Carmine, della Consolazione e, soprattutto, della Madonna del Monserrato, posta su un magnifico belvedere e preservata nella sua semplice bellezza dalle suore domenicane. A completare la passeggiata, la visita poi alle chiese di San Giovanni Evangelista, di Santa Maria la Nova, di San Bartolomeo e della Matrice, quest’ultima custode di una delle icone più emblematiche della cristianità e simbolo di Scicli, ovvero Maria re Mulici

Per informazioni, chiamare il numero +39.338.8614973 o scrivere un’e-mail a   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 2 maggio 2017 – Sabato 6 maggio, 62° anniversario di istituzione della diocesi di Ragusa, alle ore 17, nella chiesa cattedrale di Ragusa,  i seminaristi Vincenzo Guastella e Sebastiano Scamporrino riceveranno l'Ammissione agli Ordini sacri che costituisce l’inizio ufficiale del cammino verso l'ordinazione sacerdotale che avverrà al termine del percorso formativo dei seminaristi.

Altri articoli...

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry